Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

ottobre 2010

07/10/2010

Ritorno alla pista

Prima di ieri ero stato in pista quaranta giorni fa, ed ancor prima di allora erano due anni almeno che non mettevo piede sul manto gommoso. Non è per avversione di girare in tondo, ma semplicemente perché gli impianti aprono un’ora dopo la fine delle mie sedute. All’impossibilità di svolgere allenamenti sul manto sintetico si reagisce trovando altre soluzioni, per esempio misurando delle frazioni di chilometro su strada asfaltata. Ma correrci non è la stessa cosa che farlo in pista. Si tratta di un’osservazione personale ovviamente.
Trovo che correre in tondo sia un modo di stare sempre dentro l’impegno fisico e mentale: la pista favorisce la concentrazione e quindi mi sento attaccato all’obiettivo che sto perseguendo. Su strada invece, il fatto di vedere in lontananza il punto d’arrivo, anche se si tratta di una prova breve come nei 200 metri, mi distoglie un po’ dal focus prefissato. I tempi di percorrenza spesso non subiscono alterazioni: più o meno si tengono gli stessi ritmi, forse solo qualche decimo più veloce in pista, ma avverto che diversa è la tensione. Riscontro che sia maggiore in pista, anche per la stimolazione che deriva dai riferimenti fisici posti ogni cento metri: la bandierina funge da faro sul quale fisso il mio sguardo sebbene la concentrazione sia diretta invece agli aspetti meccanici.
E’ soprattutto in questo senso che avverto la differenza tra correre in pista e su strada: si tratta di un invito all’attenzione tecnica, rafforzata dal fatto che riesco a verificare l’ampiezza della falcata grazie ai riferimenti posti a terra. Il reticolo di quadrati nella zona d’arrivo è un efficace stimolo a fare il passo lungo e mantenerlo fino alla fine. Per questo aspetto il manto sintetico e la combinazione dell’elasticità delle scarpe leggere sono di grande efficacia. Aspetti fisici che consentono di mantenere ancora l’illusione di correre un po’ velocemente.


Orlando



Allegati

Commenti

Finalmente!

...si parla di pista :-)
totalmente d'accordo anche se chi non è troppo abituato fa qualche decimo in più e non in meno ...
I LOVE THE TRACK!
Lucky
http://luciorunfun.blogspot.com/

Public07/10/2010 11:08:21

pista...

io riprendo proprio stasera.. e sulla pista la penso uguale.. paradossalmente riesco a concentrarmi piu' in pista che fuori , forse mi distraggo meno.. ;-)
ciao
PIMPE
http://pimpe1967.blogspot.com/

Public07/10/2010 14:42:04