Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

febbraio 2011

24/02/2011

Bioritmi

La pausa forzata della scorsa settimana mi ha inevitabilmente fatto perdere efficienza. Credo di aver perso 5 secondi a chilometro di potenza aerobica, che corrisponde all’incirca a mezzo chilometro di soglia anaerobica. Di giorno in giorno per fortuna corro sempre un po’ meglio, ma avendo poco tempo in vista di Barcellona, per recuperare questo gap rispetto alla mia migliore condizione credo che per la maratona perderò circa 4’. Peccato, ma continuo a darci dentro cercando di recuperare il più possibile, e ho a disposizione ancora una piena seduta specifica (domenica) ed una mezza sollecitazione (mercoledì).
Non arriverò quindi a Barcellona nella massima condizione. Adesso corro come un mese fa, quando non ero al meglio dell’efficienza tanto che quando spingo avverto disagio, come mi mancasse un po’ di ossigeno. Sensazioni diverse a quelle provate un paio di settimane fa, prima dello stop, quando le gambe giravano in ottima sintonia con l’impegno organico.
Ad ogni modo ci do dentro, ma è deprimente trovarsi ancora a faticare e non raccogliere invece i frutti degli allenamenti svolti. Il comune denominatore delle mie sedute è la fatica ed anche la stanchezza. Ma dipende tutto dalla mia ridotta condizione di forma? Forse no.
Anche Ilaria è stanca, molto più di me, e ieri ha tentato di trovare nell’astrattismo una qualche causa, e così su internet ha cercato un sito che calcolasse i bioritmi. I suoi dati non erano particolarmente negativi. I miei invece sono tutti da record… ma negativo. Ogni valore, fisico, emotivo, intellettuale è al punto minimo. Sono quindi fiducioso perché dal fondo si può solo risalire! Chissà se la mia condizione di forma sarà sospinta dalla crescita dei ritmi della vita?


Orlando



Allegati

Commenti

bioritmi

da anni li guardo, e sistematicamente dopo una prestazione, in modo da non essere influenzato.
sistematicamente coincidono le cose, anche con gli infortuni
li guardo anche prima di una gara, ma molto tempo prima in modo da dimenticarmene
per quel che riguerda il tuo stato di forma, che dire, la corsa è lo sport più disciplineo che io conosca,
non regala mai niente,e se perdi il colpo, lascia il segno,
vedilo comunque come un riposo forzato che come si dice in giro VALE ORO
potresti trovarti alla maratona con energie da vendere......te lo auguro!!!!
http://grintadicorsa.blogspot.com

Public24/02/2011 12:23:52

bioritmi

ti auguro proprio di risalire la china, io è da circa un anno pieno che devo avere i bioritmi della vita incasinati perché non riesco più a cogliere i frutti delle tante sudate fatte. Mi sto chiedendo sempre più spesso se tirare di più per recuperare una condizione accettabile sia la scelta giusta...i miei riscontri ad oggi dicono di no, spero vada decisamente meglio a te. Andrea

Public24/02/2011 12:29:37

smolla tutto

conoscendo la tua capacità di impegnarti in allenamento, ti consiglio di ridurre quello di domenica e di saltare quello di mercoledì

la ricerca delle ultime conferme placa l'insicurezza e inibisce il recupero di freschezza

ce la puoi fare per Barcellona! smolla tutto!

attento a dove metti i piedi! non come Gebre che si fa sentire dopo un mese su TWITTER http://twitter.com/HaileGebr "I am really disappointed that I have to withdraw from Tokyo Marathon, I was feeling great in training. I am training in the countryside of Ethiopia and fell, that happens more often but this time with my knee on a stone. Bad, bad luck for me."

Public24/02/2011 16:15:37

smolla tutto

@enrico:
si tratta di una semplice seduta a RMAR, una ventina di chilometri in controllo.
Riguardo Gebre, questa volta non gli credo: non può farsi male giovedì mattina mentre si allena ad Addis Abeba, quando doveva essere già in Giappone da qualche giorno.

Pizzolato Orlando24/02/2011 17:14:53

smolla tutto - grande Gebre

io farei fatica a correre e recuperare 20km a 3'30"; di solito una settimana prima della gara me ne faccio bastare la metà o poco più solo per ripasso ritmo

tu che sei follower di Gebre su TWITTER prova a chiedergli qualcosa di più preciso: chissà chi ti risponde dall'altra parte! sono giorni che aspettavo aggiornamenti e il silenzio non prometteva bene

se Gebre continua così io preferisco ricordarmelo sotto il tendone di partenza di NYC 2010

Public24/02/2011 17:52:13

NB759

Ciao Orlando, ho scoperto leggendo il tuo blog che abbiamo le stesse scarpe, pertanto volevo domandarti se anche tu hai trovato le nuovo NB759 un tantino più "larghe" del normale!
Io ho sempre usato delle 10.5 ma questo modello addirittura scivolava dietro il tallone se spingevo più forte. Poi ho risolto allacciandola fino all'ultimo buchino, ma mi infastidisce le caviglie! Alla fine ho sofferto anche una leggera infiammazione al metatarso dell'alluce (stop 12gg)però non voglio dare tutta la colpa alle scarpe!In realtà leggendo il tuo blog mi sono sentito stimoloato a fare di più, continua a condividere le tue sensazioni e i tuoi allenamenti sei una forza della natura!

Cozzolino Andrea24/02/2011 20:01:57

smolla tutto

@enrico: la tua efficienza è maggiore della mia. Tu corri la maratona al 92-93% della tua potenza aerobica. Io ora non arrivo al 90% e quindi i tuoi 15km valgono 18 dei miei.

Pizzolato Orlando25/02/2011 08:55:18

NB759

@andreacozzolino@live.it
Non ci ho pensato, ma le ho trovate più comode perchè non mi hanno determinato una compressione nella testa del primo metatarso (leggermente valgo), situazione che si verificava con quasi tutti gli altri modelli NB. Questo nuovo modello per me è molto comodo. Se per te è leggermente largo fai bene ad aumentare l'altezza dell'allacciatura Senza stringerla troppo puoi creare un'asola inserendo i legacci sia nel penultimo sia nell'ultimo foro in modo da ridurre la tensione e quindi la compressione della tomaia.

Pizzolato Orlando25/02/2011 09:00:02