Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

maggio 2011

23/05/2011

Superindice

Il rumore dei tacchi sulle mattonelle del corridoio la precedeva sempre. Le gambe corte e la gonna stretta la obbligavano ad una camminata rapida e frequente, un rumoroso ticchettio che man mano che si avvicinava alla porta ci faceva sudare. Il suo saluto era sempre di circostanza e dopo aver appoggiato il registro sulla cattedra, aggiungeva ironicamente la solita battuta: “se dovete leggere dei giornali rosa (e non si riferiva alle riviste di gossip) lasciate perdere la Gazzetta”.
Si riferiva ovviamente al “Sole 24 Ore”: era l’insegnante di tecnica computistica.
Non sono mai stato un gran lettore della Gazzetta e quindi non mi sentivo il destinatario di quella battuta, rispetto invece ad altri compagni di classe che snocciolavano dati calcistici da veri intenditori. Ma come loro non pensavo neppure ad acquistare il “Sole” perché nessuno di noi riusciva più di tanto a decifrare dati e numeri.
Si trattava di qualche decennio fa. Ancora oggi leggo poco sia la “Gazzetta” sia il “Sole”: preferisco il più tecnico e operativo “Borsa e Finanza” e divoro grafici, dati, formule e conteggi. Per operare in borsa è utile, seppure non essenziale, disporre d’informazioni, ma è necessario studiare per essere in grado valutare. Le scelte poi si fanno in base ad una propria sensibilità ed esperienza. Ogni giorno dedico alcune decine di minuti a raccogliere dati, fare analisi e valutazioni dopodiché posso essere operativo, guidato però sempre da una personale sensibilità ed esperienza.
Ammetto che al mattino corro spesso pensando e riflettendo su cosa fare di lì a poche decine di minuti, quando apriranno le borse, stimolato dai dati che assimilo durante le giornate. Mentre corro mi vengono spesso anche spunti operativi per approntare allenamenti per determinati atleti che alleno, e nell’ultimo periodo ho anche mutuato dei calcoli che faccio per la valutazione operativa degli indici borsistici. Mi sono ingegnato a sviluppare una formula di calcolo previsionale dell’efficienza di un atleta. Come faccio per un indice di borsa in cui valuto il tipo di trend, la presenza di figure rialziste, la posizione delle medie mobili e l’andamento di altri oscillatori, così ho fatto per un atleta con adeguate e specifiche valutazioni tecniche.
Per la “finanza” alla fine, raggruppati questi dati in maniera proporzionale all’incidenza che hanno sul valore dell’indice in quel momento, ne esce un dato sintetico che ho definito “superindice”.
Lo stesso tipo di analisi la sto utilizzando da qualche tempo con gli atleti che seguo e ne esce una sorta di pagella. Ho verificato che per buona parte degli amatori c'è una discrepanza tra la proposta tecnica (tabella) e l’attuazione degli allenamenti (diari). Come dire, l’atleta non ha svolto bene i compiti per casa. Spesso risulta un “voto” poco più che sufficiente: l’atleta non è adeguatamente preparato per affrontare la gara in programma.
Se ottenessi dal titolo borsistico che sto studiando, e sul quale vorrei impiegare dei soldi, una tale valutazione, di certo non c’investirei.
E riscontro spesso che la valutazione è coerente con il risultato, in entrambi gli ambiti!


Orlando




Allegati

Commenti

Rosa

un Rosa tira l'altro, come le ciliegie, no? Namasté
http://operazionegasparotto.gazzetta.it/

Public23/05/2011 10:23:43

attento ai gorghi delle formule

c'è chi ha fatto fatica a risalire

http://it.wikipedia.org/wiki/John_Nash

più conosciuto nella rappresentazione cinematografica di Russel CROWE

http://it.wikipedia.org/wiki/A_Beautiful_Mind

Public23/05/2011 14:56:20