Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

news fino al 2015

15/12/2011

Auguri 2012 - Spero non l'abbiano spostata

E’ una cascata di fogli di cartone, lunga quasi un metro ed appesa con un nastro alla libreria. Un reticolo di righe tracciate a mano nelle quali mia figlia ha scritto tanti numeri, neri e rossi.
E’ il mio calendario di lavoro, senza santi ma con tanti luoghi, quelli delle gare del 2012. Mi è molto utile buttare l’occhio sui dodici mesi dell’anno e individuare subito il giorno di una certa gara, sebbene nella mia testa siano impresse già tante date e tante corse.
Giorno dopo giorno barro il quadratino con una crocetta, ma spesso lo trovo già fatto perché mia figlia mi anticipa spesso. Nell’ultimo foglio c’è una sola casella libera, quella del 20 dicembre, perché poi l’anno è per me finito e inizieranno le ferie. Staccherò l’ultimo foglio e lascerò appeso il 2012, vergine.
Ho trascorso il 2011 come fosse una seduta di progressione: calmo fino a marzo, forse per effetto delle lunghe giornate invernali, una primavera in accelerazione fino all’inizio degli stages, con l’estate trascorsa a testa bassa e senza poter pensare al tempo. Da settembre ho fatto caso solo alle settimane perché i giorni non riuscivo proprio a contarli.
Un anno con alcune soddisfazioni (non solo queste ovviamente), ma non ricordando gli aspetti meno positivi, probabilmente non erano così particolari. Non sono tante le soddisfazioni, certamente un paio, perché alla mia età si presta attenzione essenzialmente alle cose solide, importanti anche se non evidenti e tangibili, quelle che fanno emozionare.
Ho ritrovato un amico, nel senso che so essere presente anche quando non c’è, perché è una sorta di marziano: non vive con le dimensioni dei normali e quindi lo accetto per com’è.
Ho “festeggiato” le nozze d’argento: una settimana senza lavoro (meno male) e senza figlie (altrettanto positivo).
Tutto qua. Ah, ho corso anche una maratona, l’unico evento podistico dell’anno.
C’è tanto altro che riempie la mia quotidianità, altrimenti le giornate non passerebbero senza che me ne accorgessi, ma si tratta di routine.
Adesso non ho voglia d’impiegare del tempo a programmare il 2012, sia perché penso ad altro, sia perché sarà la fotocopia di quello che l’ha preceduto.
Spero solo di non marcare le caselle con la stessa velocità dei mesi scorsi. Spero di avere sempre l’amico e conoscerlo finalmente (non ci siamo mai visti, anche se nei giorni scorsi c’è mancato poco, ma il suo capo non ci ha dato il tempo, nemmeno per un saluto) e di disporre ancora della pazienza di Ilaria e della sua energia che fa ridere me, le figlie e mette in subbuglio il cane, specialmente quando si mette a parlare come solo lei sa fare (e lo ha appena fatto senza accorgersene).
Per ora non programmo altro. Domani chiuderò l’ufficio e tornerò al solito posto.
E spero che nessuno l’abbia spostata, la mia sedia.

Orlando

Se vuoi scrivere qualcosa, vai alla pagina Blog. Potrai anche lasciare un commento.



Allegati