Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Archivio racconti

28/11/2012

Il racconto di Elena - La maratona: che passione!

RUNNERS&WRITERS
Anno 1 - numero 46
Mercoledì 28 novembre 2012

La maratona: che passione!

Ieri mattina, dopo un allenamento in pineta, incontro un amico che mi chiede quale gara io stia preparando.
“La maratona !!” rispondo ridendo.
“Ormai ti sei fissata con le maratone” replica lui sorpreso.
E come dargli torto, ormai mi sono fissata, la maratona è una passione. Una passione nel senso più stretto ed erotico del termine. Proprio come il sesso, dopo averla provata la prima volta non riesci a farne a meno. Ti rimane un pensiero fisso e spesso accade che qualsiasi gesto tu faccia durante il giorno o durante gli allenamenti sia indirizzato esclusivamente a quello scopo.
La maratona o il sesso potrebbero essere la stessa cosa. Ed è inutile che alcuni di voi strabuzzino gli occhi, sfido chiunque a darmi torto, a smentirmi. Il tutto si svolge con una similitudine a dir poco preoccupante: preliminari/rapporto/orgasmo.
Preliminari: preparare una maratona significa allenarsi quasi esclusivamente per 3-6 mesi. Significa accarezzare dolcemente l’idea di quello che si farà. Significa sognare ogni minimo movimento del corpo, nulla può essere lasciato al caso seppure in realtà tutto si svolgerà seguendo il solo istinto. Come durante i momenti che precedono un rapporto sessuale, quando ci troviamo davanti alla linea di partenza l’adrenalina si impossessa di noi, tutti i nostri muscoli lavorano all’unisono, le pupille si dilatano, la frenesia e l’eccitazione arriva alle stelle, siamo un ammasso di nervi che non vede l’ora di sciogliersi.
Rapporto: Dopo mesi e mesi di preparazione finalmente arriva il fatidico momento. Diamo il meglio di noi stessi, corriamo, ci agitiamo, cerchiamo di non perdere il ritmo, ogni tanto (ai ristori) ci fermiamo, beviamo e mangiamo per poi riprendere rinfrancati dalla nostra sosta. In questo momento la mente viaggia leggera, sopraffatta da solo pensieri positivi -già perché nella maratona come nel sesso un solo pensiero negativo comporterebbe la famigerata “cilecca”- e noi, dopo tanto lavoro non vogliamo che ciò accada. Ma, il destino è beffardo, la mente si diverte a prenderci in giro ed allora di tanto in tanto qualche brutto pensiero, qualche preoccupazione riaffiora, apre la porticina della nostra testa ed inizia a martellarci con stupide e fuori luogo osservazioni. Il risultato è terribile, nella maggioranza delle occasioni comporta il ritiro dell’atleta dalla gara o il fallimento del rapporto sessuale, con grande avvilimento sia nostro che della nostra squadra (o compagno).
Ma se riusciamo a tenere a bada le nostre preoccupazioni tutto fila liscio e gesto dopo gesto, passo dopo passo ci avviciniamo con gran godimento al traguardo.
Orgasmo: Ci siamo dimenati, ci siamo divertiti, abbiamo corso, ora la linea del traguardo è molto molto vicina. Facciamo attenzione a che tutto fili liscio, l’ultimo tratto di strada è solitamente il più bello, quello dove nei nostri occhi e sulle nostre labbra si accende il sorriso. Acceleriamo, il passo si fa d’incanto più leggero, ci muoviamo in completa sincronia ed il nostro livello d’eccitazione raggiunge l’apice proprio davanti la linea del traguardo. L’attraversiamo ed è in quel momento che raggiungiamo l’orgasmo podistico. Ahh che liberazione, che felicità che sensazione unica ed impareggiabile. Siamo stanchi ma l’unica cosa che desideriamo è ricominciare d’accapo.
Mio caro amico, hai ragione, ormai mi sono fissata con la maratona.
Buona maratona a tutti !!!

A distanza di due anni dalla pubblicazione di questo racconto, Elena ha pubblicato un libro che è disponibile e scaricabile anche in formato ebook cliccando QUI

Elena Cifali

Sono nata 39 anni fa a Siracusa dove ho vissuto per pochissimo tempo, subito trasferita insieme alla mia famiglia a Como. Qui trascorro alcuni anni felici, ma proprio quando inizia “l’era dell’adolescenza” a causa di motivi di lavoro dei miei familiari mi trasferisco a Gela (CL) piccola cittadina siciliana piena di problemi e dove vivere non è certo una semplice impresa. Mi diplomo ragioniera e inizio a frequentare l’università di Catania, ma la carriera universitaria non fa per me. Giovanissima incontro l’amore della mia vita che sposo a soli 23 anni. Insieme a mio marito Ezio decidiamo di far nascere nostro figlio Luca lontano dal caos e dalla frenesia della città a Nicolosi (CT), uno splendido paesino di montagna alle pendici dell’Etna (la porta dell’Etna). Luca inizia a frequentare la scuola elementare ed io che lavoro solo di pomeriggio mi ritrovo ad avere un paio di ore libere da dedicare solo a me stessa durante la mattina. Non ho mai praticato sport a livello agonistico, ma solo qualche anno di nuoto e scherma negli anni in cui vivevo a Como. Inizio a pensare che andare a correre in pineta a Nicolosi la mattina dopo aver accompagnato Luca a scuola potrebbe essere un’idea carina. Coinvolgo l’amica Melina ed insieme per quasi due anni andiamo a sgambettare sui monti, camminando e passeggiando più che correndo. Così è nata la mia passione per la corsa.



Allegati

Commenti

La maratona che passione di Elena Cifali

Conosco Elena .. sono il primo a dire che è matta ... tutta matta .. ad affrontare tanti ma tanti chilometri.. Domenica sono stato testimone del suo arrivo alla 12 ore su pista, che si è disputata allo stadio di atletica "Vito Schifani" di Palermo... Dovevate vederla.. Uno spettacolo... Ancora lucida e scattante ma allo sparo finale è crollata a terra emozionata e in lacrime.. Lacrime di gioia per essere riuscita a finire questa prova così difficile... Subito ho pensato:" mo' dirà che non ne vuole più sapere di maratone e di ultra maratone.. di Ecotrail e di ultra trail". ... e invece lei subito desiderava già preparare la 24 ore o una 100 km!!! Insomma una ragazza che Sto arrivando! Stupire ed emozionare.. Devo dire proprio che sono fiero di averla conosciuta! Ciao Elena ci vediamo al prossimo trail!! Franco

Public28/11/2012 18:21:41

la maratona

salve io è da poco che corro e volevo farti i complimenti perchè questo articolo invoglia tantissimo nel correre sempre sempre sempre
saluti luca

saladino luca30/11/2012 20:50:03