Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

gennaio 2014

07/01/2014

Ritorno dalla vacanza

Sono in debito con tanti di voi per non aver ricambiato gli auguri fatti in occasione delle passate Festività, e rimedio ora a questa mia mancanza ringraziandovi di cuore.

La programmazione del mio lavoro mi consente di programmare le ferie solo per questo periodo dell’anno e qualche giorno prima di Natale ho staccato la spina del computer per fare un po’ di vacanza.
Questa volta il distacco con il lavoro è stato totale perché non ho portato con me il PC, evitando eventuali tentazioni di collegarmi con la rete, anche per controllare semplicemente la posta elettronica.
Mi sono quindi rilassato completamente e goduto al meglio la vacanza perché tale doveva essere. Non ho oziato perché non ne sono capace, ma ho fatto solo proprio quello che volevo: leggere, ascoltare musica e fare un po’ di attività fisica in maniera rilassata. Ho ovviamente corso, ma poco perché era molto difficile a causa del clima. Ero appena sopra l’Equatore, e quindi con un livello di umidità elevatissimo e con la temperatura minima mai inferiore a 25°. Non sono mai riuscito a superare 50’ di corsa perché morivo dalla fatica e dal disagio, specialmente quando ho corso, come mio solito, al mattino presto perché già alle 6 il sole era già alto. Per limitare un po’ i disagi ho provato ad “allenarmi” al tramonto perché i raggi del sole erano meno intensi.
Ho corso poco perché oltre al disagio del clima non c’era tanto spazio per correre: l’isola era lunga appena 600m e larga meno di 100. Per raddoppiare la distanza dovevo correre sulle pedane rialzate sopra il mare. Per un verso non mi piaceva sentire il rumore del contatto dei piedi sulle assi di legno (la poca elasticità delle spinte era ben evidente), ma era molto bello “volare” appena un paio di metri sopra la superficie del mare. Con la bassa marea del tardo pomeriggio si vedevano bene i variopinti pesci della laguna, ed entusiasmante era scorgere piccoli squali, razze e murene. Visto che correre era molto disagevole e faticoso, mi sono dedicato ad altro: un po’ di tennis e specialmente il nuoto, che non mi è mai piaciuto, ma in questa occasione mi sono impegnato a vincere la pigrizia mentale. Ne ho tratto qualche beneficio perché sento più tonici i muscoli delle spalle e del tronco.

Inutile dire che è stato un bel periodo, come sono ovviamente tutti i momenti in cui si vive con piacere ciò che si sta facendo, ma la nostalgia è davvero tanta. Ora lo sforzo maggiore è staccarsi dai ricordi più che riprendere a lavorare.




Allegati

Commenti

RITORNO DALLE VACANZE

Orlando come comprendo il disagio di questi tropici....per fortuna si torna nei posti umidi e freddi ed al lavoro. Le vacanze fanno male creano illusioni e non permettono di correre....Un saluto dalle Cayman

Simone

Public07/01/2014 14:19:38

Correre con il caldo e disagio.

Allora la prossima volta vieni a Nosy Be! Ti fai anche solo la mezza e poi ci sai dire...(io 25' in più dal mio PB)
Coloro che hanno fatto la maratona intera sono dei veri eroi!

Public07/01/2014 22:16:30

le Vacanze per eccellenza

sono contento di leggere di vacanze come, a mio modesto parere, vanno fatte!
Staccare la spina dal lavoro per quanto piacevole possa essere e dedicarsi a se stessi, senza trascurare le passioni.

Belle le foto peccato non si possano ingrandire per definirle bellissime.

Buona ripresa

Ciao
Andrea

Public07/01/2014 23:41:20

stanco di tutto e di tutti??

soffri anche te della patologia dilagante
stanco di tutto e di tutti e della rete
voglia di pace serenità comunque resta e ottimo che te la puoi godere come dio comanda
buona ripresa!

Public08/01/2014 08:47:00

Ritorno dalla vacanza

Ho sempre sostenuto che le vacanze lunghe sono deleterie...max 4 giorni ;-). Buon anno e bentornato!

Public08/01/2014 09:31:19