Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Archivio racconti

19/02/2014

Il racconto di Federica - Silenziosi traguardi

RUNNERS&WRITERS
Anno 3 - numero 98
Mercoledì 19 febbraio 2014

Silenziosi traguardi

Suona la sveglia di buon'ora...di già??

Barcollo giù dal letto, faccio mente locale: oggi é la giornata dello stretching! Mi trascino in cucina, in veloce sequenza ormai collaudata: un'occhiata furtiva al mio pesciolino rosso, preparo il caffè e cerco di centrare con il cucchiaino colmo di marmellata una fetta biscottata, stendo il tappetino e tutto il necessario per la mia sessione di stretching.

L'ennesima, dopo tanti mesi, troppi, dopo quella maledetta garetta di quasi due anni fa in cui il mio ginocchio a sorpresa ha detto basta, si é stancato ed é andato in ferie. E nel frattempo non sono servite le mille consulenze dei più affermati specialisti, risonanze, ecografie, visite posturali, iniezioni di cortisone, terapie, massaggi e stretching continuo per convincerlo a tornare a collaborare come si deve.

E mentre fisso il soffitto, in strane posizioni da contorsionista mancata, riassaporo mentalmente quella sensazione di benessere che mi regalava una spensierata corsa domenicale lungo l'argine, respirando il profumo della primavera. Ma per il momento mi accontento dell'aroma del caffè, che ormai si sta già raffreddando. Non mi arrendo, un giorno tonerò a rifare il doppio nodo alle scarpette da corsa, forse tagliando qualche traguardo e indossando fiera la medaglia (con il dubbio di sempre: ma ne produrranno stavolta a sufficienza anche per chi, come me, cerca il proprio nome partendo dalla fine della classifica??) o semplicemente incrociando i sorrisi degli altri corridori della domenica sull'argine: quei sorrisi un po' spontanei, un po' forzati, forse affaticati per qualche chilo di troppo, o per qualche pensiero di troppo, ma pur sempre sorrisi d'intesa, l'intesa di chi condivide la rincorsa, o meglio la corsa, ai propri silenziosi traguardi.

Federica Pastorello

29 anni, vivo a Padova.
Tante passioni e poco tempo...per cui, chiaramente, sono sempre di corsa!



Allegati

Commenti

Silenziosi traguardi

Che bel racconto!! Uno dei più semplici, piacevoli e scritti meglio di questa rubrica.
Complimenti Federica! Ti auguro di risolvere presto i tuoi problemi al ginocchio e di riprendere a goderti le sensazioni della corsa pura e spensierata.

Public20/02/2014 11:27:40

Silenziosi traguardi

Cara Federica, si, non mollare, assolutamente, mai..! Io ho ripreso magnificamente a correre dopo tre anni di fermo quasi assoluto dalla corsa..Come te, x problemi a suo tempo irrisolti al ginocchio; come te dopo inutili, a volte addirittura controproducenti trattamenti e/o super-cconsulti medici..E' questione di tempo, e di volonta', che, vedo, non ti manca certo...
Bella la tua scrittura..
Un abbraccio
Lilliana Ciotta

Public21/02/2014 08:17:01

Silenziosi traguardi

Bello, leggero e leggibile, ma profondo e sentito , complimenti

Public21/02/2014 18:43:35

Silenziosi traguardi

Come direbbe il buon Aldo Rock: "Se il tuo ginocchio duole o fa i capricci è suo il problema non tuo!" Bel racconto!In bocca al lupo Federica!

Public02/03/2014 23:12:29