Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

dicembre 2014

11/12/2014

In memoria di Arthur Lydiard

Oggi è il 10° anniversario della scomparsa di Arthur Lydiard (1917 - 2004), personaggio molto conosciuto come allenatore. Il neozelandese è stato anche un discreto maratoneta, vincendo 2 volte il titolo nazionale (tempi prossimi a 2h40') ma la sua notorietà è arrivata in occasione delle Olimpiadi di Roma. In quell'occasione due suoi cinque atleti in gara vinsero (nel giro di un'ora) due medaglie d'oro: Snell negli 800m e Murray Hallberg nei 5000m. Snell bissò il successo anche a Tokyo, battendo il suo record mondiale. Il suo metodo di allenamento, definito “marathon training” per l'elevato chilometraggio, s i diffuse in tutto il mondo. Lydiard fu chiamato ad allenare i corridori finlandesi nella fine degli anni '60.

La filosofia tecnica di Lydiard si è sempre basata sulla necessità di sviluppare al massimo le capacità aerobiche di base (capillarizzazione), tanto che Snell dichiarò di aver percorso in allenamento anche l'intera maratona ed aver svolto sedute di 20km di corsa media sul bagnasciuga.

Successivamente al periodo di allenamento aerobico, che durava da 2 a 4 mesi, si sviluppava la forza con salite di vario tipo (anche a balzi), sia per distanza sia per impegno (anche sulle dune della spiaggia). Famose sono le salite definite “degli uomini renna”.

Infine, dopo il periodo di salite, l'atleta era pronto a gareggiare a lungo al massimo del suo potenziale.

Molti riferimenti tecnici del metodo di allenamento si possono ritrovare sull'area lettura del mio sito.



Allegati

Commenti