Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

ottobre 2015

31/10/2015

Battaglia a New York

Wilson Kipsang cerca la doppietta di vittorie alla NYC marathon. Avviene spesso negli anni con finale 4 e 5: io 84-85 e German Silva 94-95 ed anche Tecla Lorupe 94-95
La sua ambizione è appoggiata da una condizione di forma molto buona: dopo il suo ritiro al campionato mondiale di Pechino, che ha considerato alla stregua di un “lunghissimo” visto che si è corso ad un ritmo piuttosto lento, ha svolto buoni allenamenti. Ha deciso di velocizzare le andature, dapprima con sedute di fartlek e ripetute in salita, ed infine con un allenamento di 12x1000m in 2'45-48”.
Anche i suoi avversari sono però in buona forma, a partire da Stanley Biwott, battuto in volata da Mo Farah (!) alla GNR di 40 giorni fa a Newcastle. Stanley ha dichiarato di essere nella miglior forma della sua vita (primato 2h04'55”), e anche le dichiarazioni di Kamworor e Desisa sono simili.
La gara, non condizionata dal passo delle lepri e favorita da un clima fresco e probabilmente piovigginoso, dovrebbe essere tattica. Penso che il ritmo sarà tutto sommato agevole, per un passo di circa, o poco più, di 3' a chilometro ed un transito alla mezza di 1h03'30/45”. Non c'è ovviamente accordo su questo passo ma è un'andatura che i favoriti terranno senza elevato dispendio energetico, e penso che transiteranno sulla salita del Queensborough Bridge in un bel gruppetto.
Neppure le ondulazioni della 1st Avenue faranno selezione, anche se il gruppetto gradualmente si assottoglierà e quelli rimasti in corsa si muoveranno verso il 35°km. Chi non sarà in giornata vedrà gli altri andarsene e prevedo che saranno in 2-3, forse quattro ad entrare in Central Park, punto risolutivo della competizione.
La gara potrebbe risolversi come lo scorso anno in volata, ma Kipsang preferirebbe non trovarsi a tirar fuori le unghie anche questa volta: teme il finale di Kamworor (2° a Pechino sui 10 mila, battuto solo da Mo Farah,) ed anche quello di Biwott (anche lui appunto battutto solo da Farah).
Penso che Kipsang si muovererà prima del 40°km.
Le chance di vittoria per Kipsang sono alte (50%). Biwott (20%), Desisa (20%) Kamworor (10%).
Io così li vedo in fila sul traguardo.
Meucci? Problemi di stomaco forse non lo faranno correre.
Lalli? Chissà che senza responsabilità di risultato possa correre una gara di rimonta, a recuperare chi non avrà retto la progressione della seconda parte. Ma soprattutto chissà che riesca ad esprimere quel potenziale che sulle distanze minori gli ha dato maggior soddisfazione rispetto alla maratona.



Allegati

Commenti

battaglia a N.Y.

E tra le donne? Come la vedi?

datinog31/10/2015 12:36:56

Gara femminile

Penso che anche tra le donne ci sarà una corsa piuttosto attendistica, a meno che l'etiope - che però vive a NY - Deba, non faccia come 3 anni fa, che andò in fuga e fu ripresa a 2km del traguardo da Prisca Jeptoo.
Tra le favorite metto Caroline Rotich, assieme a Mary Keitany e un filo sotto le etiopi Mergia e Tufa e di rincalzo per il podio la portoghese Moreira.

orlando31/10/2015 17:32:30