Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Archivio racconti

11/12/2015

Il racconto di Tite - Manaslu Trail race

RUNNERS&WRITERS
Anno 4 - numero 139
Venerdì 11 dicembre 2015

Manaslu Trail race

Namastè!
Conclusa da una settimana la gara a tappe organizzata da Richard Bull di Trail Running Nepal sul circuito intorno all'8000 più 'critico' e meno battuto del Nepal, il MANASLU .
Intorno al massiccio dalle caratteristiche punte conquistato nel 1972 da Reinhold Messner , abbiamo scorribandato per 9 giorni tra quote di 1900m tropicali alle nevi perenni dei 5000m del passo Larkya per un totale di 170k e con un dislivello positivo di 14,000m , numeri che non significano molto rispetto alla quota, le condizioni meteo, il freddo e le condizioni igieniche per citare solo alcuni fattori determinanti.
A fronte di un buon 80% dei 25 partecipanti (una 10ina di donne) che si sono ammalati, lo yoga ha tenuto alta la soglia della mia resistenza e ho potuto dare il meglio in tutte le tappe qualificandomi 3a dietro una 18enne nepalese Bishnu Maya e una 26enne spagnola Natalia López e con un distacco di circa 5 ore dalla 4a .
Nella prova più impegnativa , il primo Vertical più alto del mondo, ideato da Lizzy Hawker fino al Campo Base a 4800m (1300m in 6 chilometri) ho strappato il 2°posto in 2h: 12' . ( http://trailrunningnepal.org/worlds-highest-vertical-kilometre-race/ )

Successo anche per la lezione #yogaxrunners di beneficenza che ho tenuto il 21 nov scorso a Kathmandu, frequentata da gran parte dei partecipanti della gara e i cui proventi sono stati interamente devoluti all'acquisto di lampade a pannello solare per le popolazioni remote che non hanno energia elettrica.

Namastè, ringrazio e mi inchino allo yoga, a voi organizzatori che mi sostenete facendomi correre su e giù dalle nostre meravigliose montagne, a Patagonia e Nortec per gli insostituibili materiali 'fast and light', ai media che apprezzano e diffondono queste piccole imprese.
Alla prossima. Presto.
Tite

altri racconti di Tite Togni:
"Cento... sei e lode!"
"Boston 2013"
"Ciao Mumbai"

Tite Togni

YOGAXRUNNERS
Insegnante certificata Iyengar dal 2006 e ideatrice del metodo YOGAXRUNNERS, maratoneta e ultra trail runner, corre continuativamente anche 100km intorno al Monte Bianco o alle Tre Cime di Lavaredo “grazie e con lo yoga”, e per questo si prodiga a diffondere lo yoga nel mondo podistico. Nel 1990 la scintilla per lo yoga scoppia, per puro caso, in terra americana,dove la pratica le risolve i frequenti dolori alla schiena.
Nel 2006 ha conseguito il certificato per insegnanti presso la scuola Iyengar di Firenze sotto la guida di Gabriella Giubilaro e spesso si reca in India, a Pune, presso la sede per aggiornamenti con la stessa famiglia Iyengar.
Dal 2006, anno della sua prima maratona, preparata con la guida di Orlando Pizzolato, lo yoga si rivela sempre più il banco di prova e di studio per la corsa, ora anche in distanze ultra, superiori ai 42k della maratona e in natura, su sentieri e in montagna, gli ultra trail. All'indomani di continui abbassamenti di personale in maratona(3:27 a Venezia, 2011)titoli regionali come il titolo regionale veneto di categoria per i 30km FIDAL, podi come la 100ELode (una 100km su e giú dalle montagne vicentine) e primi posti in competizioni internazionali come la Lavaredo Ultra Trail (100km con 6000m dislivello positivo) e l'Ultra Trail Mont Blanc-CCC, Tite “corre grazie allo yoga, con lo yoga e per lo yoga” e ha elaborato un programma di yoga x correre che si prodiga a diffondere tra i podisti, una pratica per imparare a sviluppare la resistenza, l’equilibrio, la concentrazione, la sensibilità e quindi migliorare la performance e salvare da tanti piccoli infortuni. YOGAXRUNNERS “per correre con la testa e non solo con le gambe”.
Il metodo YOGAXRUNNERS si propone di diffondere la pratica Yoga nel mondo podistico, per permettere a tutti di correre ottimizzando gli sforzi e, attraverso il movimento consapevole, prevenire gli infortuni. Correre nella natura liberi nel corpo e nella mente..in Tadasana, solidi e leggeri al tempo stesso, come nella posizione della Montagna.
Tite insegna regolarmente a Brescia, Milano e Vicenza e organizza stage e lezioni agli Yoga Festival e in occasione di gare podistiche come la maratona di Verona. Collabora con Yoga Journal e a testate di podismo come Correre e Runners World.

YOGAXRUNNERS è un sito (www.yogaxrunners.com), una pagina di gruppo aperto su Facebook e su Twitter. Presto, YOGAXRUNNERS sarà un libro, in collaborazione con Tito Tiberti, maratoneta d’elite, suo allenatore, come di tanti yogarunners e yogarunner convinto che "yogaxrunners mi ha salvato la schiena".



Allegati

Commenti