Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Fisiologia e salute

24/02/2016

Stiramento polpaccio

Quanti giorni dura uno stiramento al polpaccio e quali sono le cure più efficaci?

Filippo



Allegati

Commenti

Ciao Filippo, anche io ho subito uno stiramento al gemello mediale sx e ti rispondo in prima persona. Subito dopo essermi fatto male naturalmente mi sono fatto una risonanza magnetica per capire l'entità del danno e mi sono messo subito al lavoro per rimediare. Io ho fatto un pò di impacchi con argilla verde, pomate e schiume per rilassare il muscolo (miotens-muscoril) e ho seguito una terapia di 10 sedute da 20' di tecar. Grazie a questa terapia lo stiramento è passato in un paio di mesi. Mi sono infortunato a novembre, a gennaio sono ritornato a lavoro e il 1 febbraio ho ripreso a correre, naturalmente il primo giorno solo 400mt, il secondo 600.....e cosi avanti fino alla totale ripresa degli allenamenti ma in maniera molto molto graduale perchè sono rimasto scottato dall'infortunio. Ora prendo le dovute precauzioni d'inverno e d'estate, stretching e riscaldamento in primis.
Vai di terapia, vai di riposo e soprattutto vai di miorilassanti per via pomata o schiuma, naturalmente fatti seguire da un fisioterapista.
Spero di esserti stato di aiuto

Yokovoice25/02/2016 08:56:09

Stiramento

Siccome con lo stiramento c'è una lesione delle fibre muscolari il recupero dipende dall'entità della lesione. Se di primo grado servono 8-10 di giorni, circa il doppio per una lesione di secondo grado, e si arriva a 3-4 settimane per una lesione di terzo grado. Le terapie strumentali accelerano un po’ la guarigione, specialmente la tecar che attiva la rigenerazione dei tessuti, senza però modificare di molto il periodo di riposo.
La ripresa degli allenamenti deve tenere conto della fase di riposo: con 10 giorni si perde circa il 10-15% della forma (con riferimento alla capacità aerobica, mentre solo il 5% circa della resistenza e della potenza aerobica). Con 2 settimane si arriva al 20%. Con un mese l’efficienza è calata del 25-30%.
Si deve quindi considerare la durata del riposo per decidere come procedere con la preparazione. Quando si perde oltre il 15% della condizione di forma è necessario dedicare una decina di sedute al lavoro aerobico (di base) prima di programmare sollecitazioni specifiche.
Durante la fase di riposo è possibile svolgere attività fisica senza però che venga interessato il muscolo lesionato. Nel tuo caso potresti pedalare tenendo bassa la sella in modo che non arrivi alla distensione della gamba e lavori prevalentemente con i quadricipiti.
Non fare mai esercizi di allungamento dei polpacci prima di un paio settimane, per non interferire con il processo di cicatrizzazione.

orlando26/02/2016 09:12:06