29/03/2006

[Domande & Risposte] Alimentazione se si corre a digiuno

Quando si corre la mattina presto, ore 6.30, come bisogna alimentarsi la sera prima e poi durante il giorno?

L’alimentazione della sera precedente l’allenamento è preferibile sia a base di carboidrati, ma se la seduta prevista è di bassa intensità, si può eventualmente consumare un pasto ipoglucidico in maniera da stimolare le fibre muscolari a consumare in prevalenza acidi grassi; situazione peraltro che si attua per effetto del lungo periodo di digiuno notturno. Se invece la seduta da svolgere prevede un impegno elevato (corsa media, corto veloce o variazioni di ritmo), è preferibile che a cena si consumi una portata a base di carboidrati.
La colazione post allenamento dev’essere composta prevalentemente da carboidrati: sono indicate quindi le fette biscottate, il pane, o i biscotti secchi, i cracker, con miele, marmellata o confetture alla frutta. Vanno bene anche i cereali: corn flakes o muesli assunti con latte scremato, o parzialmente scremato. A seconda dello stimolo della fame si può prendere anche uno yogurt, un frutto, un succo di frutta, bere un caffè con dei biscotti secchi. Durante la mattinata è probabile che tu possa avere spesso sete e la necessità quindi di compensare la perdita di liquidi. A metà mattina puoi fare uno spuntino con un frutto, o con una barretta energetica a base di carboidrati e contenente anche degli aminoacidi a catena ramificata.
A pranzo si può consumare una porzione di carboidrati (80 grammi circa di pasta), un’abbondante portata d’insalata con prosciutto o formaggio magro.

Orlando Pizzolato