Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Test e verifiche

22/03/2017

Test di Yasso

Oggi ho fatto il test di Yasso, visto che fra 15 giorni correrò la maratona di Roma. La media delle otto ripetute da 800 metri, senza spingere al massimo, è stata di circa 3'14". Il mio personal Best è stato fatto l'anno scorso alla maratona di Roma ed è di 3h:31':34". I lunghi che ho fatto in questo periodo erano a 4:58/km.
Secondo il testo di Yasso alla maratona dovrei fare 3h14' con un miglioramento sul mio Best di circa 16 minuti, credi che anche in questo caso il test sia attendibile ovvero e meglio che punto a fare 3:25?

Domenico



Allegati

Commenti

ciao,

la maratona è la regina delle corse su strada...dove tutto può capitare.
secondo me quel test potrebbe essere abbastanza attendibile in una situazione perfetta.
preparazione svolta in modo corretto,alimentazione,situazione psico-fisica nella giornata della gara ecc...ecc....
io fossi in te partirei per fare 3h20/22 poi al 34/37° se ne hai fai andare la gamba e divertiti!
ciao

cesare.puro22/03/2017 17:02:28

Mezza maratona prima della maratona.

Credo che è molto meglio fare una gara di mezza maratona tre / quattro settimane prima della maratona per test. Anche credo che una seduta di ripetute lunghe di 4km opppure di 5km a ritmo gara di mezza maratona è meglio test che il test di Yasso. Secondo me 800 m è una distanza molto corta.

Anonimo22/03/2017 17:44:07

Per me ha funzionato

Da quando ho letto di questa prova, l'ho sempre fatto due settimane prima della maratona ed ho praticamente sempre avuto una buona indicazione del tempo da ottenere. Solo la prima volta non è andato bene, onestamente perché ho tirato troppo nelle prove, come se dovessi fare un allenamento per i 10km. E' logico pensare che perché il test possa essere veritiero, lo si deve correre con le stesse situazioni che ci saranno poi anche nel giorno della maratona.

Martino24/03/2017 07:43:24

test di Yasso

Anch'io ho fatto 3 volte il test ma non sono mai riuscito a fare il tempo che il test mi indicava. Credo che per me non funzioni perché penso di non avere le caratteristiche del maratona, sia per quanto riguarda il rendimento che per l'atteggiamento psicologico. I miei amici con cui corro mi dicono che sono più portato per le gare corte perché vado più forte di loro ma dopo la mezza maratona loro mi sorpassano. Credo anche di non essere portato per le gare lunghe perché pur sforzandomi a partire controllato, faccio sempre i primi 25km più veloce della tabella, ma poi scoppio.

Nino24/03/2017 09:49:00

Grazie

Grazie a tutti per i suggerimenti.
Proverò ad impostare la gara a 4:52 (2h 25') poi vediamo come andrà lungo il percorso.
Considerando che dopo lo stage di Orlando sono riuscito a migliorare il mio PB di 10', buttare giù altri 5-6' mi sembra già un risultato enorme.
Come vi siete regolati l'ultima settimana di allenamento? Cosa avete fatto?
Ho la sacra Tabella di Orlando, ma quella è costruita su una SAN che non è più mia...
Grazie a tutti

Domenico24/03/2017 12:24:50

Test di Yasso e tempo in maratona

Ci sono numerosi podisti che non trovano correlazione tra il tempo indicato dal test di Yasso ed il tempo conseguito in maratona.

Varie sono ovviamente le cause di questa mancata correlazione, come quella riportata anche da Nino, sebbene per la maggioranza dei podisti la causa sta nel fatto di correre con troppa enfasi le prove di 800.

Ad ogni modo, quando lo scostamento tra tempo potenziale e tempo reale in maratona è come quello riportato da Domenico, la causa risiede spesso non tanto sul fatto di fare più chilometri nelle sedute di Lungo Lento, quanto di aumentare i chilometri del ritmo maratona. Molti maratoneti cercano la soluzione del loro mancato rendimento, come anche del calo finale, alla limitata tenuta muscolare, ma almeno l'80% delle cause di tale rallentamento è da imputare (una volta appurato che non dipenda da una inadeguata distribuzione dello sforzo) dal fatto di correre un carico insufficiente di chilometri al ritmo gara.

orlando24/03/2017 13:56:13

Settimana pre maratona

Nella settimana che precede la maratona, le cose da fare sul piano sportivo sono tutte in funzione del favorire la realizzazione della supercompensazione: dopo aver svolto un consistente carico di allenamento, si deve ridurre il chilometraggio per favorire la rigenerazione fisica e la reazione del corpo agli stimoli svolti in allenamento.
La struttura delle sedute può variare molto, da soggetto a soggetto perché entrano in gioco anche componenti (convinzioni) soggettive. Per esempio, c'è chi riposa anche per tre giorni consecutivi prima della maratona in modo da non essere assolutamente stanchi, altri invece (i più efficienti sul piano muscolare) preferiscono correre anche il giorno precedente la maratona (e riposare invece il venerdì) per evitare di sentire i "muscoli pesanti e le gambe molli".
Di base si deve certamente ridurre il chilometraggio (anche del 30%) ma è meglio non rallentare molto il ritmo di corsa specialmente per non appesantire i muscoli. Si sa che correndo piano piano il tempo di contatto a terra dei piedi è maggiore e quindi più lunga la fase di sollecitazione muscolo/articolare.
Inoltre, meglio non fare 2-3 giorni di riposo perché i muscoli (specialmente in chi è abituato a fare consistenti chilometraggi) perde tono, determinando quella fastidiosa sensazione di gambe molli.

orlando24/03/2017 14:04:24

Grazie a tutti

Vorrei ringraziare tutti e in particolare Orlando per i preziosi consigli

Domenico28/03/2017 12:03:36

Test di Yasso

premetto che nnl'ho fatto il test, ho fatto però 4x1000 nella settimana prima della maratona ad una media di 4' sentendomi bene, era la mia prima maratona lo scorso dicembre ed ho chiuso in 3h43'. Credo che sia molto vicino al 3'43'' sugli 800.

Davide30/03/2017 15:19:32

Maratona di Roma

Alla fine è stato 3:25:16 6' minuti in meno rispetto al 2016 e 16' rispetto al 2015.

Domenico03/04/2017 14:15:36