Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Test e verifiche

31/03/2017

Test dei 7 minuti

Ho eseguito il test indicato sul libro di orlando per avere un punto di partenza su cui impostare i miei allenamenti e verificare in quale categoria sono collocato. Volevo sapere se qualcuno utilizza il test a distanza di tempo per verificare la forma fisica e se può fornire indicazioni attendibili in prossimità di una gara. Grazie

Longino



Allegati

Commenti

Avvio preparazione

Io solitamente lo uso più all'avvio della preparazione per verificare la mia soglia aerobica e costruire delle tabelle di allenamento adeguate.
Prima di una gara, preferisco regolarmi con le andature sulle ripetute.

Domenico31/03/2017 12:02:23

Avvio preparazione

Anch'io faccio lo stesso. Il Test dei 7 minuti lo uso per stabilire la categoria e poi da quella derivo i ritmi di corsa con cui istanziare le tabelle fornite da Orlando.
Il ritmo di gara dipende dalla gara. Per una 10K indicativamente 40-50" più veloce della CL, o meglio ancora il ritmo tenuto in una RL 5x2 2-3 settimane prima della gara. Per una maratona può essere il ritmo che si riesce a tenere in una CLS (corsa come tale, non come un medio, fai riferimento all'indice di sforzo ed alla lunghezza). Per altre distanze puoi prendere il ritmo che hai tenuto in una 10K recente, oppure in una RL 5x2, e poi trovare un tempo corrispondente per un'altra distanza in apposita tabella di equivalenze che trovi all'inizio del libro di Orlando.

Nicola Di Nisio31/03/2017 14:59:19

Avvio preparazione

Come impostare gli allenamenti mi è chiaro, anche perché corro già da qualche anno, volevo solo sapere se qualcuno utilizza il test durante la preparazione per verificare eventuali miglioramenti.

Anonimo31/03/2017 15:18:11

Test dei 7' e valutazione

Questa prova che ho ideato mi serve per valutare la massima potenza aerobica di un podista (VO2max) va considerato come un test basale, per identificare l'efficienza specifica di un podista in un determinato momento.

Successivamente questo test ha una rilevanza marginale a me che non si preparino gare di mezzofondo (1500, 3000 e 5000 metri) perché, come indicato, rileva il massimo consumo di ossigeno e sono molto pochi i podisti amatori che svolgono allenamenti specifici per questo tipo di gare.

Inoltre, il valore reale (non quello rilevato dagli strumenti in commercio in questi mesi) del VO2max cambia poco nel corso della carriera di un atleta di alto livello.

Un podista che si dedica alle gare di fondo (dai 10km alla maratona) dovrebbe invece fare riferimento ai test specifici (o allenamenti indiretti) per identificare la soglia anaerobica (SAN).

E' vero che nel mio libro ho inserito il test dei 7' correlato alla SAN, ma l'ho fatto semplicemente per fornire dei punti di riferimento ai podisti che non sono in grado di sostenere test specifici (appunto per la SAN).

Quindi, il test dei 7' va fatto essenzialmente ad inizio della preparazione, o quando si riprende la preparazione dopo un periodo di inattività e/o di ridotto carico di allenamento (transizione).

orlando03/04/2017 15:14:55

Test dei 7'

Grazie Orlando per l'ulteriore chiarificazione.
Ero convinto che potesse avere una valenza in prossimità di una gara.

Longino03/04/2017 20:22:02