10/06/2005

[Domande & Risposte] Gare brevi e lunghissimo per la maratona

E’ consigliabile fare gare estive di 10-15km in preparazione ad una maratona?

Da quando è consigliabile fare lunghi superiori alle 2 ore?

Normalmente ho fatto le corse lunghe (2-3) come dal tuo TN, in progressione.



Ritengo utile gareggiare in vista di una maratona sia su distanze brevi (10-12km), sia su quelle più lunghe (21,1km ed eventualmente anche fino a 30km).
Gareggiare su distanze di 10-12km è utile per sollecitare la soglia anaerobica; disporre di una potenza aerobica abbastanza elevata (ad ogni modo inferiore a quella che ha uno specialista dei 10.000 metri), ti consente di svolgere con maggior efficienza le sedute specifiche per la maratona. Pensa per es. a Baldini, che ha gareggiato ad Amatrice (8km in salita) un paio di settimane prima di correre ad Atene. Io stesso, prima dei Campionati Europei di Stoccarda del 1986 avevo fatto la stessa gara. Queste gare le puoi inserire (un paio al mese) nei primi 2 mesi di allenamento per la maratona.

Le gare di mezza maratona, e quelle fino ai 30km, sono specifiche per la maratona perchè contribuiscono a migliorare la capacità aerobica, e le puoi correre fino a tre settimane dalla maratona.

Partecipare a gare è utile sia per mantenere attive le tensioni agonistiche, sia per verificare il proprio livello di efficienza, anche se per quest’ultimo punto sono sufficienti gli allenamenti specifici: le sedute di corsa a ritmo medio e a ritmo maratona, oltre alle ripetute lunghe di 3-5km.

Per quanto riguarda le sedute di LL (lunghissimo), visto che percorri un cospicuo chilometraggio, puoi svolgere anche solo 4 sedute di LL, con questa sequenza: 30, 34, 38, 40-42 chilometri.

Orlando Pizzolato

Elenco documenti

15/05/2002

Il Metodo Galloway

01/12/2003

Il riscaldamento

03/05/2007

Iniziare a correre

19/02/2009

L'anello debole