Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Cosa vedere

Maratona di Parigi - Cosa vedere

VIAGGIARE E CORRERE CON ORLANDO E TERRAMIA




Cosa fare, cosa vedere a Parigi

"... Non esiste al mondo una città come questa, non è mai esistita... ma ti rendi conto di che schianto sia questa città?... ". Così viene descritta la capitale francese dal protagonista del film Midnight in Paris di Woody Allen. E in effetti Parigi non smette mai di stupire... è la città dell'amore, della Novelle Cousine, dell'arte, della storia, della moda, la Ville Lumiére, insomma, una città che vale la pena di vedere e rivedere! Sono davvero tante infatti, le novità da scoprire, come ad esempio la passeggiata sulla Rive Gauche: per oltre 2 Km tra il Museé d'Orsay e il Pont dell'Alma, la promenade sul fiume è stata attrezzata con strutture sportive e ricreative come ad esempio il giardino fluttuante composto da piccole isolette. Un investimento da 35 milioni di euro per "liberare le città dalle auto e restituirle ad abitanti e turisti" che ha portato a grandi cambiamenti anche per la Rive Droite, allargando gli spazi riservati ai pedoni e creando percorsi nel verde con viste spettacolari.
Non rimane che partire!















Ile-de-la-Cité

Un punto di partenza ideale per visitarla è l'Ile de la Cité che si trova al centro della Senna, il vero nucleo storico di Parigi. Qui è d'obbligo una visita alla severa e imponente Basilica di Notre Dame. Sconsacrata e flagellata durante il periodo della Rivoluzione Francese, è sopravvissuta fino a diventare uno dei simboli della Ville Lumière, capace di attirare, normalmente, 13 milioni di visitatori l'anno (al momento sta per essere completata la sostituzione delle 8 campane). Da non perdere un giro in cima alla torre da cui si gode una vista straordinaria sulla città. Mentre sotto il sagrato della Cattedrale, si trova la cripta archeologica, interessante per scoprire come si è voluta l'Ile de la Cité in oltre due milioni di anni. E non dimenticate di guardare in basso, sul pavimento davanti alla chiesa! Nascosto tra la folla c’è il Point Zéro, la stella di bronzo considerata il centro di Parigi, dalla quale vengono calcolate tutte le distanze stradali di Francia. Da questa zona si raggiunge facilmente a piedi il Marais, l'antico quartiere ebraico dall'aria elegante e tranquilla, caratterizzato da viuzze gremite di bistrot, brasserie e atelier che lo rendono il cuore pulsante di tutte le tendenze parigine. Qui immancabile una foto alla poetica Place des Vosges, ricca di caffè pittoreschi, numerosi palazzi appartenenti ad alcuni dei casati nobiliari più antichi di Parigi e la casa di Victor Hugo, oggi trasformata in museo. Nella zona spiccano inoltre il Museo di Picasso all’interno dell’aristocratico Hotel Salé e numerosi centri d'arte come il George Pompidou e il Museo d’Arte Contemporanea.















Il fascino retrò del Quartiere Latino

Lungo la Rive Gauche, si raggiunge il centro della cultura, dell’università e dell'atmosfera bohémienne... parliamo del famoso Quartiere Latino. Sulle orme di Yves Saint-Laurent che ha vissuto per anni in Place Saint-Sulpice, le grandi marche della moda hanno moltiplicato la loro presenza in questo vivace quartiere. Ma quello che era un vecchio quartiere letterario continua a sopravvivere, come attesta la presenza di librerie, negozietti d’antiquariato, caffè dove si incontravano gli scrittori e le piazzette che hanno mantenuto una caratteristica aria di provincia. Qui potrete fare una visita al Panthéon, commissionato da Luigi XV ed oggi custode delle ceneri di Voltaire. Ma la Rive Gauche non è solo fascino antico! Grazie all'intervento di famosi architetti, vecchi edifici industriali sono stati trasformati nei futuristici Les Docks, l’indirizzo cult per gli eventi d’arte e cultura. All’interno ci sono negozi di design, bar e ristoranti, come il Wanderlust, che propone originali variazioni di piatti tradizionali.















Una città sospesa tra passato e futuro

Il Museo del Louvre è uno dei simboli indiscussi della città. Il consiglio è di scegliere in anticipo quello che si vuole visitare perchè è veramente enorme!
Dal museo si può raggiungere una delle zone più affascinanti di Parigi, l'Avenue de Champs-Elisées che conduce a Place Charles de Gaulle, dominata dall’Arc de Triomphe, fino al moderno Gran Arche de la Défense… quasi sei chilometri di storia, partendo dal passato ed arrivando al futuro!
La Défense rappresenta infatti il "quartiere degli affari", con monumenti, grattacieli e piazze.
Un altro simbolo parigino per eccellenza è la Tour Eiffel, dal nome del suo progettista, che offre uno splendido panorama e che all'interno ospita eleganti ristoranti e luoghi di intrattenimento. Si sale con due enormi ascensori che fanno avanti e indietro lungo i 370 metri di altezza ed il costo è di 13 Euro circa.
Nelle vicinanze, precisamente in zona Muette, si trova il Museo Marmottan, un antico padiglione di caccia divenuto nel 1934 il museo che raccoglie la maggior parte delle opere di Monet, tra cui cinque versioni del ponte giapponese a Giverny ed alcune versioni di grandi dimensioni delle ninfee. Sulla Rive Droite, nella zona nord di Parigi, troviamo il punto più alto della città, ovvero la collina di Montmartre, nota per la Basilica del Sacro Cuore… si tratta di uno dei quartieri più caratteristici della città in cui un tempo si trovavano gli artisti della Belle Epoque. Oggi è teatro degli artisti di strada che si esibiscono nella graziosa Place du Tertre. Nelle vicinanze si trova anche Pigalle, il quartiere a luci rosse. Basta scendere alla fermata “Blanche” per trovarsi ai piedi del Moulin Rouge (82, boulevard de Clichy), il teatro celebre fin dai tempi di Toulouse-Lautrec. E per ricaricarsi di energie dopo tutti questi giri, spostatevi in rue Lepic al Café des Deux Moulins, all'interno del quale è stato girato "Il favoloso mondo di Amélie". Nel menu c’è anche la crème brulée, da rompere rigorosamente con la punta del cucchiaio come faceva l'attrice protagonista Audrey Tautou! Merita una visita anche il Cimitero di Père Lachaise dove si trovano le tombe dei Fratelli lumière, di Edith Piaf o il mausoleo di Oscar Wilde.















La Senna

Per una prospettiva diversa della città da ammirare comodamente seduti, potete prendere uno dei celebri Bateaux Mouches che partono dal Pont de l'Alma: in poco più di un'ora si vedono i più importanti monumenti della città. E per un giro ancora più romantico prenotate la crociera serale con cena a bordo...










ORLANDO PIZZOLATO - VIA MURELLO N.87 36014 SANTORSO (VI) TEL. E FAX 0445 641991 - CELL. 340 2203543 (NO WHATSAPP) EMAIL: anna@orlandopizzolato.com

Si precisa che il pacchetto di viaggio è gestito interamente da Terramia srl, unica ed esclusiva controparte contrattuale del partecipante. Orlando Pizzolato e Winning Program s.a.s. non potranno essere ritenuti in alcun modo responsabili di eventuali inadempimenti contrattuali.

Testi e foto di proprietà o pertinenza di Terramia Club, qui riprodotti in maniera parziale o totale su autorizzazione di Terramia srl



Allegati