Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Commenti anno 2009

Commenti stages 2009







SILVI MARINA - GENNAIO 2009


Complimenti per l'organizzazione. Consiglio a tutti di trascorrere una esperienza di full immersion con Orlando e Ilaria nei loro stage, c'è molto da imparare sia dal punto di vista tecnico della corsa, che di educazione personale, una esperienza educativa a 360°. Personalmente di questa esperienza avrò ricordi positivi.
Adamo- Silvi Marina 2009

Ciao Orlando Ciao Ilaria volevo ringraziarvi per questa bella esperienza per l'impegno e la professionalita' che avete trasmesso !
Permettetemi di dire anche che uscire ad allenarsi domenica mattina ed avere come compagno di corsa un tipo di nome " Orlando Pizzolato " e' stata una gran bella Soddisfazione !
Grazie ancora !
Un caloroso saluto
Fabrizio - Silvi Marina 2009

Ciao Ilaria e Orlando, è con grande entusiasmo e soddisfazione che vi ringrazio per i due giorni trascorsi insieme. Un esperienza fantastica grazie all'umiltà e alla simpatia con cui svolgete il vostro lavoro in mezzo a noi amatori. Chi non è venuto si è perso qualcosa di veramente eccezionale per tutto quello che di positivo abbiamo appreso.
Di Nuovo grazie!
Luigi - Silvi Marina 2009

Ciao Orlando, ciao Ilaria! Solo sette giorni fa eravamo alle prese con test, valutazioni, spiegazioni, in un clima intenso e piacevole; per una settimana non abbiamo fatto altro che rileggere i nostri "nuovi" dati, le tabelle, le prospettive, abbiamo ripassato in allenamento ogni consiglio, abbiamo provato ad applicare ogni esercizio. Sarà così a lungo, o almeno finchè qualcuno di noi non avrà il piacere e la fortuna di rivivere un Evento del genere. La vostra professionalità, la capacità di scendere profondamente nei particolari semplicemente, sono solo da ammirare. Grazie a voi e all'amico Francesco che fortemente ha voluto che potessimo vivere quest'esperienza; grazie soprattutto per aver dato alimento prezioso a due qualità del podista "amatore": la motivazione e la curiosità di sapere. Sperando di poter ripetere una corsa al vostro fianco, con stima e affetto
Giuseppe - Silvi Marina 2009

ABANO - TERME EUGANEE - DAL 19 AL 22 FEBBRAIO 2009


Un week-end di sport e amicizia indimenticabile. Orlando e Ilaria sono fantastici e professionali al massimo (non come quello che arriva in ritardo cronico, eh eh). Un grazie a tutti i compagni di avventura e un arrivederci a presto sulle varie strade d'Italia, meglio se con il pettorale addosso. E un arrivederci specialissimo a Orlando e Ilaria, oltre al grazie per aver permesso di rinnovare l'entusiasmo per lo sport e capire finalmente come fare e perché ;-)
Christian - Abano febbraio 2009

Che nostalgia rivedendo le foto. A me tra l'altro sono servite per vedere (finalmente!) qualcuno correre da davanti!
Un'esperienza umana e sportiva che consiglio a tutti. Orlando e Ilaria sono persone speciali e tutti i partecipanti sono stati piacevoli compagni d'avventura.
Arrivederci al prossimo stage.
Stefano - Abano febbraio 2009

Fine settimana all'insegna della serenità. Oltre ad avere appreso un buon numero di nuove nozioni, ho praticato il mio sport preferito con rinnovato entusiasmo grazie a dei nuovi compagni di viaggio.
In bocca al lupo a tutti per i prossimi impegni "agonistici".
A presto.
003 Andrea - Abano febbraio 2009

A nome di tutti noi cinque partecipanti al tuo stage, ritengo doveroso esprimerti un ringraziamento per quanto ci hai trasmesso in questi tre giorni trascorsi insieme. Hai dato dimostrazione a tutti noi che campioni lo si può essere tutti i giorni e a qualunque età e non solo nello sport.
Grazie anche a tua moglie, Ilaria per la preziosa collaborazione. Ma non poteva essere diversamente: "accanto ad un grande uomo ci sta sempre una grande donna".
Complimenti.
P.s.: buon divertimento tra 15 gg. nel Sahara e porta l'ideale nostro saluto a quei posti che ci hanno fatto conoscere ed insegnato che la corsa è soprattutto amicizia e libertà.
Giampiero - Abano febbraio 2009

ringrazio Orlando e Ilaria per la loro competenza e disponibilità; professionisti seri ed appassionati. Saluto tutti i miei compagni dello stage del 20-22 febbraio sperando di poterci incontrare presto. un'esperienza che ripeterò sicuramente prima del 1 novembre.
Franco - Abano febbraio 2009

ABANO - TERME EUGANEE - DAL 26 FEBBRAIO AL 1 MARZO 2009


.. rientrati a casa....
.. ci siamo ritrovati a ricordare con piacere i 3 giorni che abbiamo trascorso insieme a voi. Ci hanno colpito soprattutto la disponibilità e la passione che ci mettete, Orlando ed Ilaria. Per quanto riguarda gli altri partecipanti, dobbiamo dire che pur provenendo da ambienti e con interessi diversi, siamo entrati subito in sintonia... grazie a tutti.. ed alla prossima..
Massimo e Silvana - Abano febbraio-marzo 2009

aspettando il sahara!!
anche questo stage si è concluso,come sempre un grazie ad Orlando ed Ilaria per la loro sempre disponibiltà e professionalità,siete sempre eccezzionali.
Con il resto del gruppo... cosa dire,tutti simpatici e divertenti, sono stato veramente bene..
Ma com'è andato il pranzo di ieri???????? la foresta nera??????
un saluto a tutti, e alla prossima....
Raffaele - Abano febbraio-marzo 2009

3000
dimenticavo..... ma alla fine chi era il 3000????????????????????
Raffaele - Abano febbraio-marzo 2009

Chi era il tremillesimo????
Ciao,
ho controllato l'ordine di iscrizione allo stage e il tremillesimo risulta essere Devis. Se invece seguiamo l'ordine alfabetico, il tremillesimo è stato Gian Massimo.
Non ho fatto i calcoli in base all'età, o alla soglia, o al peso corporeo, a chi mangiava di più, a chi parlava di più, a chi ha fatto più km... devo farli????
Per noi voi tutti siete stati i partecipanti allo stage in cui abbiamo raggiunto quota 3.000.
Grazie ancora per la piacevole compagnia
Ilaria e Orlando

Tremillesimo
Bene, sono contento di essere il tremillesimo; ne è valsa la pena di aspettare a fare lo stage!! Quindi cosa ho vinto? ...uno stage ad Asiago? A parte gli scherzi spero veramente di farne un altro, ma senza problemi fisici! Grazie comunque ad Orlando ed Ilaria. Un saluto a tutti ma soprattutto ai rompip... del tavolo 24!
Devis - Abano febbraio-marzo 2009

TIRRENIA DAL 10 AL 13 APRILE 2009


VIA TIRRENIA, 141
Poco dopo aver lasciato casa ecco l'incontro con alcune vecchie conoscenze.
Dividiamo il viaggio verso Tirrenia, senza avvisare del nostro arrivo Ilaria e Orlando che forse ci immaginano già dispersi in partenza, ma c'è ancora tempo ...
Fuori dall'albergo incontriamo coloro che saranno i nostri compagni di avventura anche se qualcuno, almeno per me, non è proprio una nuova conoscenza.
Nel briefing tecnico prima della corsa verso il Centro Coni di Tirrenia, Orlando spiega nel dettaglio come si svolgeranno i test del pomeriggio.
La pista dista solo qualche km dall'albergo, ma per evitare di sbagliare strada lui ha già misurato esattamente la distanza fino alla svolta (1783 metri) e ha sistemato pure un rilevatore di velocità con display elettronico appena prima dell'incrocio, un cosiddetto dissuasore di svolta sinistra; ormai si fida ciecamente del nostro orientamento.
Arriviamo nella pista del Coni per il Test Conconi e dopo un po' di riscaldamento si convincono a gesti i co-fruitori della pista (il più italiano è della Svizzera tedesca) a lasciarci spazio per il test.
Passiamo alle riprese dello stile di corsa, quelle che ci aiuteranno a capire dove potremmo migliorare falcata, postura, posizione delle braccia e appoggio.
Poi io faccio da spalla per il test dei 200 m con partenza da fermo, cronometraggio e start manuale a gesti, purtroppo è lo stesso linguaggio usato in precedenza con i co-fruitori della pista che li interpretano come un messaggio a loro riferito e ci causano una falsa partenza nella prima batteria. Per fortuna Orlando non è così fiscale come la signora della reception che fa l'appello prima di entrare nel Centro e concede loro una batteria di recupero, allo zinco carbone però e non al litio, che conserverebbe la memoria, e qualcuno purtroppo rimane a secco prima dell'arrivo.
Torniamo in albergo soddisfatti, compreso il nostro top runner che per poco non supera il record di durata nei test di tutti i 141 stage.
Nel frattempo iniziamo a conoscerci meglio, soprattutto a cena, dove si mettono subito a nudo le nostre peculiarità, per cui decidiamo di buttarci nella "mondanità" di Tirrenia e tra le mille opzioni possibili scegliamo un giro di rotonda con tuffo carpiato nel locale più in della zona dove la karaoke mania sembra quasi averci conquistato, ma poi arriva lei. Avidamente canta Canzoni Stonate. NO, non è Giorgia!!! ... Non sappiamo di preciso come si chiama, ma non vogliamo nemmeno saperlo, ci basta solo guardare il look del suo fidanzato per capire che vengono da un'altra epoca e chissà mai dove sono diretti, loro.
Noi in albergo per proseguire le nostre piacevoli conversazioni e ci riscopriamo fin da subito un gruppo molto affiatato, ma decidiamo di non sprecarne, macinando km nel lungo programmato la mattina dopo, nella pineta dove è impossibile perderci.
Da compagni di merende ci appropinquiamo sospettosi all'interno di quei sentieri adombrati, ma dai nomi inquietanti: Pacciani, Vanni, Lotti. Qualcuno s'imbatte in un personaggio dallo sguardo raccapricciante, ma riesce comunque a riaccapezzolarsi.
Nella riunione tecnica del tardo pomeriggio si commentano le riprese di corsa, facendo uso anche dell'antica lingua Volgare (questa è la terra del Vernacoliere), per cui i commenti a volte si spingono oltre i confini dell'albergo, verso il mare, oltre le colonne d'Ercole ...
Prima d'allora avevamo visitato la torre pendente e nella "Piazza dei Miracoli" abbiamo trovato quello che stavamo cercando, ma ne parliamo poi.
Dopo cena il gruppo Pacciani si sposta verso Livorno, da dove si dice: "meglio un morto in casa che un pisano all'uscio". Forse ci tenevano sotto controllo, sapevano da dove venivamo e dove eravamo diretti, per cui ci hanno creato una sorta di sbarramento stradale a chiocciola difficile da superare, proprio all'ingresso della città; ma noi non siamo di certo tipi che si arrendono così facilmente, siamo maratoneti. Nemmeno allorquando troviamo le piazze centrali deserte ed un gruppo di scooteristi che ci attende ad ogni nostro passaggio sulle strisce pedonale per farci secchi.
Entriamo allora in un locale tipico della zona la "Vecchia Venezia" dove hanno cercato di avvelenarci con delle piadine scadute, ma noi abbiamo continuato imperterriti a ridere e a giocare a bigliardino. Nel frattempo il gruppo diventa sempre più coeso ed il tentativo di perderci la mattina seguente verso il Parco San Rossore non sortisce effetto, ormai Orlando ci conosce e ci guida telepaticamente, ma anche tramite un satellite spia fino al ritrovo.
L'atmosfera è d'altri tempi: i cavalli girano indisturbati per il parco, ci sono scorci singolari di paesaggio bucolico, che resteranno per sempre impressi su pellicola, grazie ad Ilaria. Ci ritroviamo così immersi nella natura, in una corsa lenta che ci rigenera il corpo, ma anche la mente. Verso l'albergo non c'è verso di perderci, nemmeno al pomeriggio in gita a Lucca ... ma che splendore! Si respira ancora l'aria del Rinascimento Italiano e vorremmo sfogare tutta la nostra voglia di correre attorno alle mura, ma si sta facendo tardi, la riunione tecnica più importante sta per iniziare.
Orlando, come solo lui sa fare, ci mantiene incollati alla sedia, incuriositi e vogliosi di sapere per più di 2 ore consecutive, snocciolando dati, aneddoti, suggerimenti e qualche spunto di riflessione, ma ...
Eccoci arrivati al momento topico, avevamo lasciato un "miracolo" in sospeso.
E' quasi il tramonto, sono emozionato, dentro di me ho una gioia incontenibile per essere stato prescelto ad elargire, con l'aiuto delle due veline bionde, il 1°riconocimento "Torre Pendente" nella storia degli stage.
Il predestinato, il nostro beniamino, è un "verginello" della corsa al suo primo stage, ma ci ha trascinato tutti con la sua simpatia e sta per ricevere l'ambito uovo pasquale. Apre la busta e si ritrova in mano un "grosso pacco" che lui scarta incuriosito ma, come spesso accade, c'è una cosina piccola dentro, un po' come quella verdurina che turbava il sonno della principessa sul pisello.
Per lui è comunque una grande soddisfazione, è commosso, e mostra fiero a tutti i presenti la sua linea retta sul test del lattato.
Baci, abbracci e qualche lacrimuccia ... sì, quella che versiamo la mattina dopo, non prima di aver sudato in un'altra seduta di corsa in un'altra pineta.
Questa volta però ci conduce Diabolik, il marito di Eva Kant, ma poi spariranno nel nulla alla volta del loro rifugio segreto, davvero una lunga "spy story".
Ringrazio tutti gli amici di questo lungo weekend pasquale: Linus, Il Top Runner, Le Tope Runner, Il Banca, El Pube de Oro, Il Gladiatore, L'Alto Bresciano, Entropia ed il resto della compagnia.
La famiglia Pizzolato per lo splendido stage che ci ha donato ed anche i meteorologi presi a rate per le loro previsioni sballate, alle quali non facciamo più caso da tempo, eh già ... noi si prenota solo col bel tempo!
L'Animatore (Paolo) - Tirrenia aprile 2009

Arrivavo a questo stage (il terzo in carriera) non proprio nelle migliori condizioni fisico-mentali. La deludente maratona di Brescia e qualche problema di salute (più che altro mentale...) avevano lasciato il segno.
Però (si può cominciare una frase con però?) già dal primo incontro con i nuovi compagni venerdì prima del pranzo ho capito che qualcosa sarebbe cambiato, in meglio. La presenza del mio caro amico e compagno di corse Claudio mi ha sicuramente aiutato, ma è stata l'atmosfera che si è creata da subito a fare la differenza. Ho conosciuto tanti ragazzi simpatici, tutti con una grande passione per quel meraviglioso sport che è la corsa.
Lo stage è andato benissimo, i test da campo mi hanno rinfrancato, le corse in compagnia rilassato e l'ultima uscita lunedì mattina presto in compagnia di Orlando è stata la perla finale. Non avrei potuto chiedere di più!
Grazie a Ilaria e Orlando per la loro professionalità, disponibilità e simpatia. Orlando mentre descriveva domenica il suo primo trionfo a NY è stato quasi commovente. I suoi consigli sono sempre preziosi.
Grazie a tutti i partecipanti allo stage, siete stati fantastici. Mi dispiace non aver potuto approfondire la conoscenza con molti di voi, ma ho cercato di dedicare il tempo libero alla mia famiglia che pazientemente mi accompagna sempre.
Spero di rivedere presto qualcuno in gara o in un prossimo stage. Un abbraccio a tutti, in particolare ad Ottaviano, una gran bella persona. Guarisci presto dalla pubalgia!
Simone Ribola (L'alto Bresciano) - Tirrenia aprile 2009

BORGO PIAN DEI MUCINI DAL 30 APRILE AL 3 MAGGIO 2009


Un saluto a tutti i partecipanti allo stage di Pian dei Mucini dal più "vicino" del luogo.
In particolare un ciao a Roberto,compagno di due memorabili uscite per i saliscendi del posto.
Un sentito ringraziamento a Orlando ed Ilaria per la loro incomparabile disponibilità.
Grazie per avermi fatto vivere una nuova esperienza insieme a nuovi amici podisti.
Saluti da Follonica
Massimo - Borgo Pian dei Mucini maggio 2009

Esperienza indimenticabile. Stage Assolutamente Superlativo! Grazie Orlando! Grazie Ilaria!
Preparatissimi! Disponibilissimi! Efficientissimi! Simpaticissimi!..........
La passione e la dedizione che mettete nel vostro lavoro traspare in tutte le occasioni.
Grazie anche a tutti i compagni di gruppo per le belle giornate passate insieme ed al direttore del Villaggio per l'ottimo servizio.
Buona corsa a tutti! I progressi, col materiale che ci ha lasciato Orlando, sono garantiti!
Arrivederci a presto!
Saluti da Genova (Genoa)
Ferdinando - Borgo Pian dei Mucini maggio 2009

Grazie a Orlando e Ilaria, siete veramente bravi e professionali oltre che delle belle persone.
Grazie anche a tutti i compagni del gruppo, proprio simpatici, con i quali abbiamo passato delle piacevolissime giornate podistiche.
Alla prossima, buona corsa a tutti!
Saluti dalla grigia Milano
Marco - Borgo Pian dei Mucini maggio 2009

LIGNANO DAL 8 AL 10 MAGGIO 2009


Ancora un grazie a te e Ilaria, siete davvero delle persone favolose oltre che podisti d'eccezione. Campioni in tutto, è stata davero una bellissima e utilissima esperienza che spero di ripetere presto con risultati sempre migliori!
Un abbraccio di cuore,
Alessandra - Lignano maggio 2009

Alessandra mi ha preceduta
non posso che ripetere quanto da lei detto: tu e Ilaria siete veramente delle persone speciali, questo contribuisce a rendere l'esperienza dello stage unica oltre che per l'aspetto tecnico anche sotto il profilo umano.
E' quindi un vero piacere per tutti noi non solo apprendere tutto quanto puoi a noi offrire grazie alla tua esperienza e competenza, ma anche godere dei momenti trascorsi insieme a voi.
Una cosa devo dire, e credo di poter parlare a nome di tutto il gruppo dei cussini, ed è questa: è la mia seconda partecipazione allo stage, ma ancora mi meraviglio della passione per la corsa che leggo nei tuoi occhi e sento nella tua voce ogni volta che ti ascolto mentre commenti i risultati dei test, quando illustri qualche tecnica di allenamento,ci parli dei "mitici" mitocondri, racconti di esperienze del tuo passato podistico o riferisci aneddoti di altri atleti o anche più semplicemente quando con infinita pazienza rispondi ad ogni nostro anche più assurdo quesito.
Grazie per l'amore per la corsa che riesci a trasmettere a tutti noi...
quindi, cosa faccio? ovviamente vado a correre ;)
Daniela - Lignano maggio 2009

Caro Orlando e cara Ilaria
é con grande piacere che ho partecipato allo stage ed é com maggior piacere che ho avuto l'onore di conoscerVi.
Grazie per tutto quello che tu e la tua "dolce " metà ci avete dato e soprattutto per la pazienza che avete avuto nel sopportare la nostra "pazza" compagnia, entrata ormai nel "vortice" della corsa.
Un saluto di corsa unitamente ad un grande abbraccio.

P.S. Ho da tamto tempo un grande dilemma:

CORRERE O TROMBARE?

Quando corri sei solo.
Se si corre con qualcuno è inevitabile che si cerchi di correre più veloci dell'altro.
Trombando no, si cerca sempre di raggiungere la meta assieme.
Pertanto, trombare "Sviluppa il lavoro di gruppo e combatte l'egoismo".
Correre no.

Per correre è necessario l'acquisto di molti indumenti, anche costosi.
Per trombare è invece sufficiente togliere gli indumenti che si indossano.
Come si può constatare, trombare "Sviluppa il senso del risparmio e combatte ill consumismo sfrenato".
Correre no

Per correre è necessario alzarsi dal letto.
Per trombare è tutto il contrario. Tutti sappiamo che nel letto si sta meglio che in qualsiasi altro posto.
Pertanto, trombare è un modo per "Esercitarsi nel nostro posto migliore".
Correre no.

Correre esige un grande sforzo, in cambio di poco piacere.
Trombare da' invece un enorme piacere e lo sforzo è minimo.
Così scopriamo che trombando "Otteniamo il massimo col minimo sforzo", una regola fondamentale che non viene conseguita correndo.

Dopo la corsa normalmente ci si ritrova di malumore, a causa della stanchezza, e fanno male le ginocchia.
Al contrario, dopo una trombata ci si ritrova con un sorriso da orecchio a orecchio.
E' chiaro che trombando "Scopriamo l'allegria del vivere".
Correndo no.

Se ti chiamano per correre, in genere trovi scuse per non andarci.
Ora, siamo sinceri: dovesse trattarsi di trombare... eh? A qualsiasi ora esci di corsa.
E' chiaro: trombare "Aumenta il senso della puntualità".
Correre, invece, no.

La morale è chiara.....

NELLA VITA, FORSE, HO SBAGLIATO TUTTO ???
FORSE, STO CORRENDO TROPPO ???
Giorgio - Lignano maggio 2009

Scusatelo vi prego ... sono gli inesorabili segnali dell'età!
Francesco - Lignano maggio 2009

VIESTE DAL 14 AL 20 GIUGNO 2009


SONO REDUCE DAL MIO PRIMO STAGE CON ORLANDO,VOLEVO RINGRAZIARE LUI PER TUTTI I CONSIGLI TECNICI E PER LA BELLA CORSETTA INSIEME IN FORESTA UMBRA,MAI AVREI PENSATO A QUASI 40 ANNI DI CORRERE AL FIANCO DI UN 2 VOLTE VINCITORE DI N.Y.E UN SALUTO A TUTTI I "COLLEGHI"DI VIESTE,HO TRASCORSO VERAMENTE UNA PIACEVOLE SETTIMANA,UN ESPERIENZA DA RIPETERE SICURAMENTE
Fabrizio - Vieste giugno 2009

cari Ilaria e Orlando,
sono rientrato dal mio terzo stage a Vieste e anche questa volta l'esperienza è stata assolutamente positiva: l'ambiente,l'hotel,la spiaggia,l'orario degli allenamenti,la compagnia,la vs.orgamizzazione e professionalità, tutto è risultato ai massimi livelli. Spero proprio di poter ripetere ancora una volta l'esperienza l'anno prossimo
Luigi - Vieste giugno 2009

ASIAGO DAL 28 GIUGNO AL 4 LUGLIO 2009


Nostalgia
Ciao a tutti sono Giancarlo Zambrini, ho partecipato alla stage n. 109 nel 2007. Guardare le foto di Ilaria, rivedere i luoghi, i partecipanti mi hanno rivivere quella settimana e fatto nascere una struggente nostalgia. Quest'anno il 6 gennaio ho incontrato a San Pietro in Casale (BO) Ubaldo e Bruno e ci eravamo dati appuntamento al I° stage di Asiago al quale purtroppo non sono potuto venire. Mi spiace inoltre aver dovuto constatare che il mio primato al giro del Gallio non è stato registrato, ho fondati motivi per credere che il cronimetrista al mio arrivo fosse già seduto a tavola. La nostalgia è acuita dal divieto del cardiologo di continuare l'attività podistica competitiva, in futuro se potrò venire sarà costretto a camminare.
Giancarlo - Asiago

LIVIGNO DAL 19 AL 25 LUGLIO 2009


Ciao Ilaria ed Orlando!!
Come sempre accade, dopo lo stage torno al lavoro con poca voglia di lavorare, ma con tanta carica e voglia di correre che siete riusciti ancora una volta a trasmettermi!!
Ogni volta poi penso a come il gruppo si sia meravigliosamente amalgamato trovando un equilibrio che al primo stage pensi sia unico, ma dopo il quarto capisci che sarà così anche nel prossimo stage.
Spesso dico scherzando che le persone che corrono hanno qualcosa in più degli altri dal punto di vista umano e, a forza di frequentare questo "meraviglioso mondo", mi sto quasi convincendo che sia realmente così!!
Grazie a voi ho avuto modo di incontrare persone davvero "belle" con cui spero di incontrami nelle prossime maratone!!
Un abbraccio a presto Enrico
Enrico - Livigno luglio 2009

LIVIGNO DAL 9 AL 15 AGOSTO 2009


Come si puo' non rimpiangere Livigno?
Milano, 32 gradi, dopo tre lavatrici e sommersa dai panni da stirare.
Un grazie a tutti per la piacevolissima e simpatica settimana appena trascorsa; ed un grazie particolare ad Ilaria ed Orlando per la loro professionalita' e cortesia.
Buon proseguimento di vacanze per i piu' fortunati e buon inizio agli altri.
Un abbraccio affettuoso.
La TAP runner del gruppo
Tiziana - Livigno agosto 2009

Magnifico Stage!!!
Carissimi Orlando, Ilaria e tutti
vorrei ringraziarvi per la splendida settimana passata insieme.
Lo stage era perfetto, il giusto bilanciamento tra corsa, natura e tempo libero. Le informazioni tecniche preziose, la fatica di correre in quota tanta, la soddisfazione altrettanta.
Grazie, ci rivedremo senz'altro!
Federica - Livigno agosto 2009

ASIAGO DAL 16 AL 22 AGOSTO 2009


Volevo ringraziarvi dello stage di Asiago (lo storico 150°) e per la vs disponibilità, professionalità, competenza e simpatia.
Per me era la prima volta in assoluto, sia alla partecipazione ad uno stage che alla preparazione alla maratona. Al termine della settimana ho scoperto di avere risorse inaspettate e soprattutto è aumentata l'autostima e la consapevolezza di poter tentare di finire una prova così impegnativa come la maratona.
Rinnovo i complimenti a te e Orlando, che una volta di più ha dimostrato la disponibilità e la trasparenza del vero campione. Per me è stato un privilegio poter condividere quei giorni con voi e farò il possibile per ripetere l'esperienza l'anno prossimo.
Grazie ancora e a presto.
Davide - Asiago dal 16 al 22 agosto 2009

grazie e saluti
A tutti, Orlando, Ilaria, gli amici...
Ciao
Daniela - Asiago dal 16 al 22 agosto 2009

QUESTO STAGE E LA BELLEZZA DEI LUOGHI DOVE ABBIAMO CORSO RIMARRA' PER SEMPRE NEI MIEI RICORDI. UNA VACANZA POSITIVA ALL'INSEGNA DELLO SPORT E DELLA SIMPATIA DELLE PERSONE INCONTRATE. HO APPREZZATO MOLTO LA COMPETENZA DI ORLANDO E LA GENTILEZZA DELLA MOGLIE. MI PIACEREBBE FARNE UN ALTRO MAGARI IN UN ALTRA LOCALITA' E INCONTRARE DI NUOVO GLI AMICI DI CORSA. GRAZIE DI TUTTO E A PRESTO.
Lucia - Asiago dal 16 al 22 agosto 2009

Ringrazio di cuore Orlando ed Ilaria per avermi regalato un'esperienza indimenticabile. Grazie alla loro competenza e all'atmosfera che sono riusciti a creare tra il gruppo ho trovato l'entusiasmo che cercavo e che, a distanza di mesi, è ancora vivo come in quei giorni. Conoscere persone tenaci e determinate mi ha stimolato più di quanto potessi sperare. Spero di ripetere l'esperinza anche per poter "toccare con mano" i miei miglioramenti.
Grazie di tutto.
Simona - Asiago dal 16 al 22 agosto 2009

ASIAGO DAL 23 al 29 AGOSTO 2009


gentili orlando e ilaria,
oggi ho fatto un lungo viaggio di ritorno da asiago,e nelle ore trascorse in treno rivivevo i momenti dello stage appena trascorso.....mi sono sentita pervasa da un sentimento che ho definito di gratitudine,mi sentivo a voi grata per questa settimana che mi avete fatto vivere da protagonista;io che da tapasciona mi sono sentita importante al pari di chi più di me riesce in questa mia passione.Ebbene appena giunta a casa ho guardoto sul vocabolario il significato della parola GRATITUDINE e GRATA:

GRATITUDINE: sentimento di profonda riconoscenza per un beneficio ricevuto.....
GRATA : che mantiene ricordo costante e cordiale del beneficio ricevuto.....

ho imparato che nella vita è bene esprimere sempre i propri sentienti in quanto frutto di emozioni,
ed eccomi dunque, a costo di sembrare forse inadeguata a notifiarvi quanto sopra quale lode al vs lavoro sia dal punto di vista professionale che umano.Un cordialissimo saluto
a presto !!!!
Laura - Asiago dal 23 al 29 agosto 2009

Caro Orlando,
é stata la prima volta che ho partecipato a un tuo stage.Le considerazioni che ho fatto dopo sono tutte positive.Mi sono regalato una settimana di vacanza(stupenda)ed ho avuto la possibilità di apprendere tante nozioni di corsa grazie a te che hai trasferito una parte della tua conoscenza di corsa a noi amanti di questa disciplina.Ho trascorso una bellissima settimana grazie a te e a tutti i partecipanti dello stage ( li saluto tutti ).Dirò a tutti i miei amici che corrono di partecipare a un tuo stage perchè sicuramente é una esperienza da fare.Io la rifarò. In attesa di incontrarci prossimamente invio a te ed a Ilaria i più cordiali saluti.
Vittorio - Asiago dal 23 al 29 agosto 2009

Cari Ilaria e Orlando,
Sapete che Gloria, Silvia e Marina sembra che vivano in una di quelle pubblicità delle "Crociere Costa", non riuscendo più a rientrare nel mondo reale? Danilo fugge dall'ufficio, non riuscendo ad attendere l'orario corretto, per andare a comprare un cardio e seguire la tabella di Orlando "battito per battito"? Luca, prima o poi, porterà la sua ditta al fallimento: pensando solo alla corsa e non più agli affari?
Per quanto riguarda me, il mio corpo è in ufficio mentre la mia anima non è ancora tornata da Asiago, e non so quando lo farà.
Anche se tutto ciò può essere scambiato per demenza senile, credetemi, sono gli effetti di una settimana trascorsa meravigliosamente grazie a voi.
Ivo - Asiago dal 23 al 29 agosto 2009

MERANO DAL 18 AL 20 SETTEMBRE 2009


caro orlando e cara ilaria e`stata una esperienza unica ed indimenticabile
speriamo di rivedersi molto presto
Angelo - Merano settembre 2009

Cara Ilaria, Caro Orlando sono Cesare non ho parole per ringraziarVi la Vs. professionalità è unica, sono convinto che anche Voi non scorderete facilmente di Merano con le sue bellissime Terme !
Ho pubblicato nel Ns. sito www.asmerano.it il comunicato stampa che entro breve uscirà sui quotidiani locali sia di lingua italiana che tedesca.
Sono convinto che ogni atleta dovrebbe confrontarsi con il Vs. test, poichè esso rappresenta una certificazione del proprio stato di salute.
L'atleta amatore spesso sia per motivi di lavoro che di stress non considera lo sforzo che intende fare e lo stage rappresenta sicuramente un metodo semplice ma efficace per conoscere il proprio limite !
Saluti da Merano !
Cesare - Merano settembre 2009

COLONNA - CASTELLI ROMANI DAL 25 AL 27 SETTEMBRE 2009


Grazie Orlando e Ilaria per non esservi risparmiati nei due giorni dello stage consentendo la sua piena riuscita. Un'altra ora o due in più nella discussione sarebbero state utili nella mattinata di Domenica, almeno per alcuni di noi, per ulteriori domande e/o commeni anche sulle tabelle che ci hai fornito, ma credo che questo non sia dipeso da voi bensì dai tempi imposti dall'organizzazione allo stage per via della concomitamte gara della Domenica mattina. Ho avuto già modo di evidenziarlo agli amici di Running Evolution per un futuro stage. Tuttavia penso che lo sforzo organizzativo per effettuare lo stage breve su due giorni vicino Roma sia comunque degno di lode e ritengo sia un servizio prezioso per la comunità running di Roma e provincia. Infatti è un 'opportunità unica per me ed altri di poter frequentare il tuo stage altrimenti impossibile per impegni di lavoro e familiari. Eventualmente approfitterò del contatto e-mail per qualche chiarimento ulteriore se per te va bene, come mi è sembrato di capire.
Ancora grazie anche per la vostra squisita cortesia e spero a presto.
Antonio - Colonna settembre 2009

Caro Orlando,
in questa seconda serie di commenti mi fa invece piacere entare nel merito dello svolgimento dello stage per segnalarti il mio apprezzamento per l'accuratezza con cui ci hai fatto effettuare i test e l'efficacia dell'analisi della nostra tecnica di corsa. L'efficacia dei supporti mutmediali e i tuoi preziosi commenti ci hanno aiutato a individuare ciò che c'è da correggere. Ovviamente anche il significato di certi parametri che ci hai riportato nei risultati del test almeno per me sono stati chiarificatori per conoscere meglio le mie caratteristiche atletiche. Ho trovato molto interessanti le tue analisi e i tuoi suggerimenti.
Grazie ancora
Antonio - Colonna settembre 2009

PIENZA - VAL D'ORCIA OTTOBRE 2009


E' inevitabile non buttare lo sguardo, e mentre sto percorrendo la tangenziale le torri e i campanili di Siena attirano la mia curiosità, ma così facendo mi distraggo e perdo l'uscita del raccordo. Sono così costretto a proseguire sulla strada a senso unico. A questo punto lascio perdere le indicazioni che mi dà il navigatore e proseguo inoltrandomi a sensazione nella campagna senese. La strada è molto contorta e sinuosa e ad ogni curva scopro un paesaggio suggestivo: una strada bianca invitante per andare a correre, un borgo arroccato su un colle, un casale immerso tra gli ulivi. Il raggi del sole del tardo pomeriggio scendono dritti come frecce che si piantano sulle colline toscane.
All'orizzonte, tra le nebbie dell'imminente tramonto appare improvvisamente il suggestivo profilo dell'abbazia di Sant'Anna in Camprena, più conosciuta ai tanti perché vi sono state girate le scene de "Il paziente inglese". La strada sale ripidamente sul colle oltre il quale appare un altro luogo noto per le scene che vi sono state girate, e mi riferisco a "Il gladiatore", ma il mio sguardo cerca invece l'inconfondibile profilo di Pienza.
Dalla stanza dell'hotel il colpo d'occhio è davvero suggestivo per un innamorato come me di questo angolo della Toscana, e non si può rinunciare ad una passeggiata lungo le mura della cittadina. Lo sguardo scorre su ogni colle, giù in basso verso la campagna, cercando d'individuare nella ridotta luce diurna i paesi che delimitano la conca.
All'indomani mattina esco a correre. E' buio, davvero tanto, e non conoscendo bene le strade della sottostante campagna mi accontento di correre attorno al colle. Mi guidano le stelle: ad est Venere, a sud Est Orione, ma appena esco dal paese i piedi toccano terra senza la sicurezza di un appoggio, ma per fortuna non c'è traffico e posso correre tranquillamente in mezzo alla strada. Il paese è immerso in un silenzio avvolgente e sono solo i miei piedi sulla terra battuta a fare rumore. L'unico altro suono che sento nel corso dell'allenamento è il vento tra i rami d'ulivo e tra i cipressi, e i rintocchi della campana. Rientro in hotel appena dopo l'albeggiare ed il mio pensiero abbandona le suggestive impressioni di una corsa fuori dal comune. Dopo la colazione inizia infatti la prima giornata di stage, che non è affatto semplice. Ci sono da fare i test e a seguire una non meno impegnativa seduta di pose fotografiche per un articolo che apparirà prossimamente sulla rivista "Oggi". In questo periodo che precede il mio ritorno alla maratona di NY ho dato la mia disponibilità per interviste, servizi fotografici ed altre cose simili. L'ultimo impegno, per ora (!) sarà durante questa settimana: una troupe della Rai verrà a casa mia a filmare una giornata di vita normale. Ma non credo che verranno a riprendermi alle sei del mattino, mentre esco a correre.
Nella seconda giornata dello stage porto i ragazzi a correre sul giro de … la Grande Quercia. E' proprio sotto questa enorme pianta che parcheggiamo le auto e dove inizia il circuito delle … checche. Come potrei dire, senza destare alcuna ironia, che il giro di 11km si chiama proprio "delle checche"? Dal mio punto di vista è uno dei percorsi più suggestivi della Val d'Orcia, con la strada bianca che s'inserisce sinuosa tra le brulle colline. Per me è affascinante la semplicità di questi luoghi e percorrerli di corsa, un gesto che esalata le mie sensazioni, contribuisce a far penetrare dentro di me le emozioni. Soprattutto il silenzio, o meglio, i rumori della natura, specialmente il vento tra le fronde dei cipressi che alti e forti delimitano il mio percorso. E questa volta nessuno del gruppo ha incontrato nemmeno una checca. Neppure in volo. Probabilmente l'aridità della terra in questo periodo non consente di trovare cibo per questi neri volatili.
Un altro percorso suggestivo della Val d'Orcia, che sta sotto Pienza, è il giro dell'Acqua Puzzola. Si tratta di un'altra bella strada bianca, però più invadente nel paesaggio per le dimensioni, e s'inserisce sempre tra brulle colline nelle quali la terra arata ha varie tonalità di marrone e grigio. L'argilla che caratterizza il territorio della Val d'Orcia è spesso perforata dalla fuoriuscita di acqua termale solforosa, e lungo questo percorso si trova proprio una gran pozza dal cui fondo salgono grosse bolle di acqua calda che odora di zolfo. Mi affascina sempre osservare questi strani fenomeni geologici.
Sotto un cielo blu e tra un silenzio naturale, che si fa sempre più fatica a trovare, lascio con nostalgia la Val d'Orcia.
Io e Ilaria siamo piuttosto provati, ed in auto parliamo davvero poco nonostante il lungo viaggio. Sentiamo la stanchezza di un'impegnativa stagione di lavoro. E non è ancora finita. Non solo per altre attività professionali, ma anche per l'imminente impegno con la maratona di NY, che desidero avvenga presto perché comincio a sentirne il peso.
Questa mattina, con sveglia alle 4.45, ho svolto l'ultima seduta di "lunghissimo". Dopo oltre 20 anni che non lo facevo ho ripercorso tutti d'un fiato 42195 metri!
Orlando

Ciao Orlando e Ilaria,
volevo ringraziarvi per lo splendido weekend passato in val d'orcia
Enrico - Pienza ottobre 2009

ABANO TERME - DICEMBRE 2009


Ciao Orlando e Ilaria,
volevo ringraziarvi x il bellissimo stage. Siete veramente bravi e disponibili.
Grazie. Penso proprio di partecipare anche nel 2010.
X Orlando: ti manderò i miei tempi così mi potrai consigliare x la preparazione di Milano
Tanti auguri di Buone Feste. Ciao
Vittorio - Abano dal 5 al 8 dicembre 2009

Bravi ragazzi... mi sono proprio divertito e porto a casa anche qualcosina in più...
Alla prossima e buone feste a tutti
Luigi - Abano dal 5 al 8 dicembre 2009

Carissimi Ilaria ed Orlando,
un passaggio veloce per ringraziarvi tantissimo per lo stage di Abano.
Siamo stati davvero bene, sia per tutti gli aspetti "tecnici" legati allo stage, che per il calore e l'amicizia che abbiamo trovato.
Siamo tornati a casa entusiasti e molto sereni.
Ci siamo ripromessi di partecipare al più presto ad uno stage più lungo, magari ad Asiago!
Grazie ancora e tantissimi auguri sinceri per un Natale sereno e un nuovo anno pieno di soddisfazioni.
Ninni e Vittorino - Abano dal 5 al 8 dicembre 2009

Grazie per la bella esperienza, sono arrivata ad Abano priva di criteri e di regole per correre ma sono tornata a casa con una valigia d'informazioni. Ora tocca a me applicarle.
buone feste
Maria Rosa Ronchi - Abano dal 5 al 8 dicembre 2009

grazie, una bella pausa dalla convulsione della vita moderna. la corsa mi e sempre piaciuta per la disomogenita' della gente che la pratica , trovi di tutto , ma quando hai le scarpe addosso da amatore tutto si azzera. Anche ad Abano ho trovato bella gente , auguro a tutti di godersi un buon Natale ed un felice anno nuovo. grazie Ilaria grazie Orlando
Lucio - Abano dal 5 al 8 dicembre 2009



Allegati