Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

marzo 2010

29/03/2010

O la corsa o la borsa

Si sta avvicinando la data del terzo mese senza corsa. Le poche volte che ho provato a percorrere qualche breve tratto, ho avvertito il tendine d’Achille irrigidirsi. Ho fatto un controllo e l’esito è negativo: nessuna alterazione. Ilaria mi sfida affermando che la tendinite mi si è infilata in testa. Accetto la sua ipotesi, per farla contenta, ma non è così. Semmai ha pienamente ragione quando afferma che non faccio nulla per migliorare la situazione. E’ vero al cento per cento: non mi va proprio di occuparmi del tendine affinché guarisca. In pratica, non ho voglia di affrontare alcun trattamento terapeutico. Il tempo farà ciò che è necessario per migliorare la salute del tendine. A me non interessa, non è una circostanza che mi riguarda più di tanto.
C’è un aspetto però che mi infastidisce, anzi un paio: ingrassare e perdere efficienza fisica.
Entrambi questi aspetti li avverto: le gote del mio viso sono meno scavate ed attorno ai fianchi c’è un filo grasso. Solo questa mattina mi sono pesato: 71,5 chili. Mi sono ingrassato di 4 chili circa.
Non potendo correre ho rispolverato la bici e da qualche giorno, all’albeggiare, scorrazzo per le strade delle campagne limitrofe. Con poco tempo a disposizione (un’oretta), mi ritrovo a pigiare con energia sui pedali. Non ho assolutamente intenzione di dedicarmi al ciclismo. Tutt’al più farò meno fatica nella telecronaca delle prossime maratone.

Senza la dispersione di energia mentale che riservavo alla corsa mi sono trovato con un surplus di carica nervosa. Il compenso l’ho trovato con la mia seconda passione: la finanza. Non è che le notizie economiche m’interessino più di tanto, ma per operare in Borsa è fondamentale sapere come girano gli eventi visto che lo sbattere delle ali di una farfalla a Singapore smuove un vespaio in Europa. E mai trovarsi impreparati quando a Piazza Affari si mettono dei soldi, che non essendo quelli del monopoli, hanno un’importanza rilevante.
Da due mesi circa ho lo schermo del mio PC frazionato tra schermate di file del mio lavoro e grafici delle Borse mondiali.
Fra tre giorni termina il mese borsistico ed è il momento di fare due conti, e visto che i numeri in questo ambito sono determinanti, ho il piacere di verificare che ho battuto, e nettamente, il mio punto di riferimento, l’indice S&Pmib sul quale opero praticamente ogni giorno.
Non mi sento certo un trader esperto, ma i progressi sono stati evidenti di settimana in settimana. A febbraio ho fatto poco meglio del mercato, ma a marzo ho superato l’indice di quasi dieci volte!!!
Non faccio riferimento ai miei investimenti, la gran parte del mio capitale lo controllo ogni giorno ma lo movimento poco, quel tanto che serve per assestarlo in base all’andamento delle situazioni.
Mi sono però riservato una buona quota che ogni giorno metto e tolgo, anche per alcune volte, dalla piazza degli affari. La soddisfazione è per il successo delle mie scelte e non per la parte economica. I soldi, non avendoli tangibilmente in mano, fanno poco effetto. Sono gratificato per aver sviluppato da autodidatta la sensibilità a stare sul mercato cogliendo i segnali che anticipano, o seguono di un niente, il movimento delle piazze dove si opera.
Le mie operazioni, infatti, durano pochi minuti, a volte meno di cinque, quel tanto che basta per far sì che la giornata cominci bene e prosegua magari anche meglio, anche quando gli americani si mettono al lavoro.
Per ora mi consolo con successi poco sportivi, anche se mi è d’aiuto sfruttare le tattiche che si usano in gara. Non si deve però essere maratoneti: pazienza e resistenza sono caratteristiche che possono risultare scoraggianti, soprattutto quando si è sotto.
Essere trader, o meglio scalper, richiede mosse rapide e decise, più da mezzofondista, tutt’al più da cinquemilista.


Orlando




Allegati

Commenti

O LA CORSA O LA BORSA

Caro Orlando vivo la tua stessa condizione, nel senso che sono anch'io, come saprai, perchè te ne avevo già parlato in precedenza, infortunato. Il mio problema riguarda la cartilagine del ginocchio e quindi dalla maratona di Firenza, non riesco più ad allenarmi, ma corro ogni tanto e faccio un pò di bici. Anch'io sono aumentato di 4 kl infatti, come te, pesavo, ai primi di dicembre 66 km, ora sono 70 kg. Da oggi ho deciso di mettermi a dieta che ne dici? anche a me la bici non mi soddisfa, ieri ho fatto 2 ore, ma che noia, ho accompagnato gli amici che facevano l'ultimo lunghissimo per Padova. Io pur lavorando in banca non amo la borsa quindi che faccio in attesa di guarire? Vado in palestra, faccio bici e forse corre un pò la domenica va bene come preparazione? Ciao e non mollare.

Public29/03/2010 09:05:07

O la corsa o...

appagamento post-prestazione?

Public29/03/2010 09:16:05

O LA CORSA O LA BORSA

Beato te. Io sono sotto sulla Cina dall'agosto 2007. Ma io non sono un cinquemilista. Sono un maratoneta con un ernia discale in corso. Ciao.

Public29/03/2010 10:01:00

OLA CORSA O LA BORSA

SIGNORI MIEI,CORRERE E' SICURAMENTE UNA COSA MERAVILIOSA E MENO SPENDACCIONA IN CONFRONTO A TANTI ALTRI SPORT E NON PER QUESTO IO CORRO, MA CORRO PERCHE'FA BENE ALLA SALUTE.PARTECIPO A GARE DI MEZZE E DI MARATONE, L'ULTIMA FATTA A ROMA, BELLISSIMA GARA 3,14 (35 DI CATEGORIA) HO 54 ANNI E MI SENTO UN LEONE. PESO 55 KG E SONO ALTO 1.60 PERO' DEVO SCENDERE ALMENO 2 KG PER ESSERE IN PIENA FORMA. MIO CARO CAMPIONE, LA BORSA E' UNA MACCHINA INFERNALE, QUANDO MENO TE LA SPETTI TI TOGLIE TUTTU QUELLO CHE HAI QUADAGNATO.E' PUR VERO CHE CI SONO MOMENTI DI GRANDI GUADAGNI, MA CI SONO ANCHE MOMENTI DI GRANDI PERDITE. IO SONO UN VECCHIO BORSISTA, CIOE' HO SEMPRE INVESTITO IN BORSA E TI DICO CHE IN PASSATO SI E'GUADAGNATO BENE, MA BISOGNA STARE MOLTO MA MOLTO ATTENTI. C'E' UN PROVERBIO CHE BISOGNA RISPETTARE CON MOLTA SAGEZZA. VENDI GUADAGNA E PENDITI.CARO CAMPIONE, STAI ATTENTO DAI FACILI GUADAGNI.

Public29/03/2010 16:53:23

corsa borsa dieta considerazioni e attesa

ciao Orlando,quanto ti capisco!!! ma tantissimo!!! sono reduce da 6 mesi di lombalgia,da fine luglio scorso (dovevo anche partecipare allo stage di asiago ad agosto),mi sono bloccata con una pubalgia e lombalgia che ho curato con il riposo e l'osteopata, senza fare rx o rm, appena sentivo che andava un po meglio, via, a correre per 6 km 2, volte a settimana. in febbraio ho ripreso benino facendo 2 uscite alla settimana di 6 km e la terza uscita di 10. 2 settimane fa il lunedì sorpresa!!! ero imbalsamata con sta schiena, ho ora mi aspetta una rm il 7 aprile così capirò che cosa c'è che mi infastidisce così tanto da non farmi più correre. il mio obiettivo è la mezza maratona, spero tanto di risolvere sto dolore, mi serve tanto fare attività fisica, mi fa sentire e stare bene. Con oggi sono 15 giorni che non corro, il peso per ora non è aumentato però tiro la cinghia eh! mangio mele, grissini, biscotti proteici, enervit protein fappè, parmigiano e caffè, non ho il desiderio di mangiare di più, perchè anche io come te, Orlando (anzi dovrei dimagrire di 3 kg),se mi vedo aumentare mi odio perchè poi è tutta rosa che quando si corre, pesa e basta e se ballonzola sopra i muscoli da tanto fastidio. Orlando, ti auguro di rimetterti al più presto con il tuo tendine, perchè durante e dopo aver corso si sta da Dio, e senza ste sostanze che si producono solo mentre si viaggia con le gambe, si sta meno bene...del solito. occhio alla borsa e la dieta eh! ciao grande Orlando.

Public29/03/2010 21:34:04

O la corsa o la Borsa

@agostino. Con la bici non fare tanto se ti annoi. Io faccio solo 30-40’ di salita a FC della soglia. In un’ora ho concentrato un valido stimolo cardiaco e muscolare. Visto che non puoi correre e hai tempo (da non dedicare al trading) ti suggerisco di fare camminate a buon passo, oltre che leggere dei libri interessanti (ma che non trattino della corsa, almeno sul piano tecnico).
@marcobalestra@libero.it. E’ molto probabile sia così
@giorgiosalmi@libero.it . Sei entrato nei massimi e poco prima che scoppiasse la crisi. Ora dovresti aver recuperato parte della perdita. Comunque è il momento di investire sulla Cina perché ha un’economia che tira molto più delle altre. Presta attenzione che a breve devono rivalutare lo yuan e quindi ci potrebbe essere un momento di calo, ma momentaneo. Opportunità per entrare dopo un discreto ritocco, anche superiore del 10%.
@all’anonimo. In borsa non ci sono guadagni facili, a meno che non vengano per effetto “C…”. Personalmente riserve alcune ore del mio tempo per analizzare le mosse da fare, specialmente nel week end. Ho sostituito tutte le letture della corsa per studiare libri di analisi tecnica. Non è detto che in borsa si fanno grandi perdite perché se si usa lo stop loss, (io lo posizione al 3%) e tassativamente esco da un’operazione sbagliata, la perdita è del 3% massimo. Inoltre, operando quotidianamente, ho il polso del mercato (ameno spero). Per esempio, gli hedge fund stanno ora vendendo molto e quando si muovono questi bestioni è probabile che qualche forte terremoto arrivi. Gli H.F. si muovono con circa 6 mesi di anticipo e quindi per fine estate ci potrebbero essere forti turbolenze. Ma come ben sai un vecchio detto avverte che “sell in may e go away”, regola che per me è tassativa perché d’estate gli stage mi prendono tutte le energie. Per allora penso di essere al sicuro.
Inoltre, considera che si guadagna anche quando gli indici calano, scommettendo al ribasso. Ieri ho aperto una posizione ribassista quando il MIB ha mollato deciso a 23100 ed è sceso sul supporto di 23000 che ha retto bene. A fine giornata, a fronte di un avanzamento del MIB di 0,18 io ho guadagnato 1,56 (senza toccare Bulgari, partita ieri troppo alta per la speculazione di Swatch.)
Oggi attenzione puntata su STM, ma anche molto sul Sud Africa e Brasile. Stanotte in Oriente sono cresciuti molti i titoli delle materie prime e i minerari. Dai ieri io sono aperto sul Brasile (+ 1,4%) e oggi conto in un altro buon avanzamento. Incrocio le dita, come sempre, ma non sono scaramantico e quindi tanto occhio vigile, minuto dopo minuto. Fra un po' si parte!

Pizzolato Orlando30/03/2010 08:55:54

O LA CORSA O LA VITA!

Da quel che si evince leggendo il tuo post, i commenti e dalle ultime verifiche dopo il mio stop forzato per due mesi nella corsa si potrebbe dire: "O la corsa o la vita!". E non ne faccio una questione di vitalità, quanto di centimentri in vita, che puntualmente si mettono su quando ci si ferma ... Anch'io sono a +4, forse in ribasso come il MIB, staremo a vedere!

Public30/03/2010 09:27:30

SCALPER & MILER

Però non mi sembra che stare fermo ti faccia troppo male, anche non considerando i guadagni di borsa.
Il pezzo che hai scritto a proposito dei "Great Milers" sull'ultimo numero di CORRERE è veramente bello, c'è tutto l'entusiasmo sulla gara più bella dell'intera atletica leggera. Ora ho capito da dove ti viene la passione per le ripetute (borsistiche) ...
Ciao! Oscar

Public30/03/2010 12:49:05

O la corsa o la borsa 29-03-2010

VEDI, ANCHE GIOCANDO IN BORSA VIENE FUORI LA TUA AMBIZIONE DI RAGAZZO, QUANDO AVRESTI VOLUTO I CROMOSOMI DEL MEZZOFONDISTA!! PROBABILMENTE LI HAI AVUTI, MA PER CORRERE SUGLI INDICI DI PIAZZA AFFARI!

Public30/03/2010 17:51:41

o la corsa o la borsa

come ti capisco......sono a quota 5 mesi e ricomincio ora con il male sempre in agguato ma forse è davvero un pò psicologico anche se io lo sento davvero.....al contrario di te mi do felicemente alla bici e un pò meno felicemente anche al nuoto....vabbè passerà

Public31/03/2010 11:33:38

O la corsa o la borsa

Un comune denominatore però c'è.. i numeri.. fino a qualche settimana fa guardavi i migioramenti sul cronometro e confrontavi i tempi ora al loro posto ci sono gli indici della borsa. Sarà un messaggio del tuo sub conscio che ti chiedi di sistemare il tendine?
Per quanto riguarda il peso sono in controtendenza rispetto a te. Ricordo esattamente un anno fa che per partecipare al tuo stage sono partito con la corsa da zero e pesavo 84,5 kg.. a giugno allo stage ero 78 e ora sono 72.. Credo che con la bici tornerai al tuo peso forma.. Ciao! Luca Salerno

Public31/03/2010 14:59:38

stop alla corsa

ciao orlando,
sentendo che un vero corridore come te sa fermarsi quando la salute lo chiede è un incoraggiamento;
da lunedì infatti mi si è improvvisamente gonfiata la caviglia ed è sicuramente il problema di gennaio scorso che si ripresenta (infiammazione al flessore lungo dell'alluce);
proprio adesso che dovevo cogliere i risultati del lavoro invernale alla prossima mezza (11 aprile), vedevo miglioramenti ogni giorno;
ma più di tutto adesso non so più che cosa fare...
non riesco neanche a camminare senza zoppicare...
ma anche quando fosse passato di nuovo potrò tornare a correre?
mi piace correre e fermarmi dei mesi è un vero dispiacere;
se hai qualche consiglio su qs specifico problema (flessore lungo dell'alluce) te ne sono grato...
enrimil

Public31/03/2010 16:19:12

O LA CORSA O LA BORSA

Ciao Orlando, capisco la tua frustrazione per lo stop dovuto al tendine di Achille e il fastidio provocato dall'aumento di peso...io ho sempre praticato la corsa per il senso di benessere me ne ricavavo ma, prima di tutto, per tenere sotto controllo il peso ( avendo problemi di ipotiroidismo )...Da più di un anno e mezzo, però non riesco più ad allenarmi come una volta, anzi, è come se nella mia testa si fosse creto un "blocco" mentale...così ho messo bel 11 kg; ogni giorno mi dico: "Domani comincio, basta, non posso continuare così", e puntualmente il giorno dopo mi rifiuto di farlo...le cose del lavoro mi hanno fagocitato, e non riuscendo a smaltire lo stress si è creata dentro di me la situazione del "cane che si morde la coda"!!! Come posso fare per sbloccarmi? ciao, e in bocca al lupo per tutto.

Public31/03/2010 20:57:38

O LA CORSA O LA BORSA

@mariaveronica. In questi casi è solo la forza di volontà a consentirti di interrompere il circolo negativo. La determinazione può trovare appoggio in obiettivi che ti devi fissare, non necessariamente tecnici; il calo di peso mi sembra in questo momento il più appropriato. Oppure, considera che il tempo che impieghi nel fare "l'allenamento" è un piccolo regalo che fai a te stessa. Una pausa della giornata che è solo per te.

Pizzolato Orlando01/04/2010 07:01:25

proprio così

... è proprio vero: un piccolo regalo che fai a te stessa. Per me la corsa è ogni giorno un regalo. E' solo un'ora o poco più, rubata spesso al sonno del mattino, ma mi lascia soddisfatta e più "amica di me stessa". @Mariaveronica: provaci!
Ilaria

Fedeli Ilaria01/04/2010 08:45:23

o la corsa o la borsa

Grazie per l'incitamento...è uno stimolo in più per ricominciare! buona giornata :)

Public01/04/2010 09:03:58

buona pasqua

..da enrimil (enrico)
buona pasqua a tutti...

Public04/04/2010 09:00:44

O LA BORSA O LA CORSA

Che bello quando inserisci un ordine di vendita e vai a correre e mentre stai dando il massimo senti il bip del telefonino che ti avvisa che l'operazione è andata in porto!!!
Ti è mai capitato???
Saluti grande top runner/trader

Public13/04/2010 00:12:00

O la corsa o la borsa

Una regola che nel mio trading intraday cerco di rispettare al 100% e di non lasciare i soldi al mercato senza che io sia davanti al monitor. Se ho in programma di allontanarmi da casa concludo l’operazione. Di solito chiudo l’operazione verso mezzogiorno, ma spero anche prima perché è andata a buon fine, perché neppure quando pranzo (meno di un’ora) mi fido lasciare i soldi in borsa (in borsa cerco di struttare i microtrend), a meno che il mercato sia attendista in attesa di qualche “market mover” del mercato americano del pomeriggio. A volte rischio ad aprire una posizione poco prima che il mercato chiude se ho sentore di come apre il mercato il giorno dopo. Ieri sera volevo andare short per oggi: avevo il sentore che la trimestrale di Alcoa non fosse buona, come in effetti è stato. E questa mattina il Nikkei sta chiudendo al ribasso con una discreta correzione. La scelta sembrerebbe giusta, ma non mi sentivo sicuro.
La mia scelta di correre al mattino presto è legata anche al fatto di essere operativo per tutta la giornata di borsa.

Public13/04/2010 08:29:16

Lo stampo questo testo, dovrò trovare la forza da li...

sono tre mesi che non corro seriamente a causa del tendine di achille, e proprio quando ero sulle ali dell'entusiasmo per il 34.14 sui 10000m... Solo che ora non guarisco, ieri ho provato ma ancora nulla da fare, ho male e, scoraggiato dai già molti medici girati, non faccio più nulla per uscire da questa situazione... Vorrei non correre mai più, mi fa stare troppo male questa sensazione, ho 23 anni e corro da quando ne avevo 11... ma non ci riuscirò lo sò, nulla mi entusiasma come la corsa... nessun'altra passione mi rende vivo come la corsa!!

Public25/03/2011 13:04:04

Lo stampo questo testo, dovrò trovare la forza da li...

@superdema
Mi dispiace per la tua situazione ed è comprensibile il tuo atteggiamento rifiuto verso la corsa, una reazione naturale che nasce dall'impossibilità di gestire la situazione.
Considera che anch'io mi sono trovato nella tua situazione: un'infiammazione tendinea quando praticavo il duathlon. Dopo un mese di terapie e riposo non avevo avuto alcun miglioramento. Ho fatto altri due mesi senza correre, ma senza terapie, e dopo due sedute mi sono fermato nuovamente. Dopo un altro mese ho provato a correre ed in quel caso tutto era sparito, come se non fosse successo nulla.
Ti auguro di riprendere presto con gli allenamenti e riuscire a sfogare la tua rabbia correndo sempre più forte.

Pizzolato Orlando25/03/2011 14:40:30