Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

luglio 2013

25/07/2013

Quel che mi piace

“Fai quel che ti piace”.
Leggo spesso da qualche parte questo suggerimento finalizzato a farti evitare le pressioni psicologiche che insorgono quando sei costretto a fare delle cose che non vorresti o che ti creano disagio.
Non sono solito scantonare per evitare i doveri quotidiani, ma per quel che riguarda l’attività sportiva ho recentemente fatto mio questa sorta d’invito. Tutto risale ai primi di maggio, quando la fatica per percorrere una decina di chilometri era diventata molto elevata. Non c’era un motivo per delle prestazioni sportive scadenti, visto che non mi stavo allenando intensamente e che i valori del sangue erano in equilibrio, e non avendo alcun impegno agonistico programmato per il futuro ho messo le scarpe da corsa in ripostiglio ed ho rispolverato quelle da inserire negli attacchi della bici da corsa.
Dal correre al pedalare le sensazioni sono state immediatamente migliori, e di conseguenza l’entusiasmo. Non che in bici m’impegni ad allenarmi da manuale: il tempo a disposizione è sempre molto poco, mai oltre un’ora al giorno durante la settimana, tra un’ora e mezza e le due ore il sabato o la domenica. Non faccio chilometri (600 in tre mesi!) ma solo stimoli organici e muscolari elevati: due volte la settimana un medio in salita di 10km (dislivello 600/700 metri circa), una cronometro da 30 su percorso collinare (in 55’ circa) comprensivo del riscaldamento (1,5km per arrivare al semaforo del paese), ed un “lunghissimo” di 40-50.
Sono passati tre mesi durante i quali avrò corso una dozzina di volte, ed ogni volta che metto le scarpe da corsa la fatica è sempre tanta e l’entusiasmo di conseguenza molto basso. Ora che sono a Livigno per un mese, senza bici, spero di tornare a correre meglio di qualche mese fa.


Orlando



Allegati

Commenti

cambio d'aria

a volte basta poco per ribaltare le sensazioni: un mese fa alla <a href=http://www.scuoladicorsa.it/gara/corsa-del-trenino-2013/>Corsa del Trenino</a> tutto bello da Cogollo a Campiello, poi si è aperto il paradiso dell'Altopiano ... salgo ogni volta che posso! anche sulle <a href=https://www.facebook.com/enrico.vivian.7/media_set?set=a.1401627146716072.1073741831.100006063992381&type=3>rampe più feroci</a>

Public27/07/2013 08:55:33

periodo sabbatico

Probabilmente è soltanto un periodo sabbatico; io negli ultimi tempi ne ho presi tanti, l'ultimo lo scorso ottobre al termine di una gara di Triathlon, per cui ho appeso le scarpe al chiodo per 3 mesi, e quando ho ripreso a gennaio di quest'anno (con grande fatica) non ho mai fatto grandi cose fino a giugno. Ho visto che spesso la voglia e le motivazioni ad allenarsi vengono meno, per risvegliarsi quanto meno te lo aspetti: bisogna porsi degli obiettivi, anche se poi molto è condizionato dalla vita di tutti i giorni e lavorativa che noi normali runners e "tapascioni" abbiamo davanti. Forza così, Orlando, e in bocca al lupo! Sono convinto che la voglia "all'impegno" ritornerà presto. Attilio

Public29/07/2013 08:59:05

quel che mi piace

succede anche a me a volte, e sì, è proprio vero, dobbiamo assecondare il nostro sentire... se forziamo troppo rischiamo di causare danni... ascolta quindi il tuo cuore e vedrai che un giorno, pedalando in bicicletta, incontrerai un runner, e dentro di te si risveglierà di nuovo la voglia di correre come un tempo!

Public29/07/2013 13:46:46

un buon metodo e'...

ricominciare da zero! E' ovviamente una provocazione, ma nel mio caso ha funzionato benissimo. Per motivi completamente diversi (la nascita dei miei due bimbi ed un periodo lavorativo molto intenso) negli ultimi due anni avevo praticamente mollato ogni allenamento, ed ogni volta che provavo a corricchiare, non avevo voglia e facevo tanta fatica. Ora, finalmente, ho ripreso con 3 allenamenti a settimana, molto brevi (30-35') ed a ritmo relax. Le prime volte ero uno zombie, ora riesco ad assaporare nuovamente anche la parte bella (e non solo i sacrifici) della corsa. Mi tocca svegliarmi all'alba (tempo fa mi allenavo solo di sera, dopo il lavoro) ma come mi sento meglio!! Ciao! Juri

Public29/07/2013 18:27:00

sei OK così come sei.

caro Orlando ho partecipato al tuo Stage delle Dolomiti del Brenta e per me era la prima volta.
La mia aspettativa era quella di avere dei consigli per migliorare il mio motore da tapascione.
ho trovato una persona competente, con delle grandi capacità di ascolto, e in grado di consigliare atleti di tutti i livelli, come quelli che ho trovato allo stage.
tu non devi dimostrare nulla. Hai raggiunto dei risultati per tanti di noi irraggiungibili.
Pertanto se stai passando un periodo di poca motivazione o di grande fatica perché pensi che devi dimostrare a chi ti segue qualcosa, secondo me è sbagliato.
mi hanno insegnato che prima bisogna sapere fare, e poi saper far fare. questo tu lo hai fatto e lo sai fare molto bene.
ti auguro che tu possa riassaporare le belle sensazioni che provi quando ti senti in forma.
ma se ci metterai un po', non abbandonare mai l'entusiasmo che sai diffondere a chi crede in te come consulente e preparatore. in questo sei imbattibile.
se la voglia ci metterà un po' ad arrivare per noi sei ok così.

Public29/07/2013 22:55:26

Mononucleosi?

Ciao Orlando, per curiositá, quando ti riferisci agli esami del sangue, hai verificato anche i valori ormonali ed i marcatori del virus della mononucleosi? Io forse sto finalmente uscendo da quest'ultima, dopo 18 mesi in cui ho dovuto usare tutta la mia testardagine per non smettere di correre per quanta fatica provavo... un saluto. GB

Public30/07/2013 01:33:47

quel che mi piace

andrò contrcorrente ma io più corro e più mi piace più sto bene fisicamente e mentalmente , certo non sempre sono ligio a lavori di qualità difatti nel momento in cui vedo che comincio a stressarmi un pochino corricchio per qualche giorno e la corsa facile mi permette di riconciliarmi con questo sport poi rinizio con ancora più voglia nel seguire tabelle spero di avere sempre questa mentalità

Public30/07/2013 06:53:56

quel che mi piace

buon sistema per non perdere del tutto la motivazione! cross training o riposo, tutto vale per ricaricare le pile e poi ripartire. Se succede a un grande come te, anche noi amateur siamo giustificati :)
un saluto
Romana

Public30/07/2013 12:55:20

Passione?

Non ho mai corso con grande passione, ma sempre per "dovere", per fare qualcosa che mi aiutasse a mantenermi un minimo in attività in considerazione del lavoro estremamente sedentario. La corsa è l'attività che restituisce risultati più immediati, si riesce a praticare ovunque, costa relativamente poco e non richiede molto tempo (certamente meno degli altri sport). Un momento di passione l'ho provato frequentando lo stage di Livigno l'anno scorso,complice la capacità motivazionale di Orlando e gli amici incontrati in quella stupenda settimana montana. Ultimamente anch'io ho affiancato la bici alla corsa, sopratutto per le ginocchia che iniziano a dare parecchi problemi. Sì la bici è mediamente più divertente, ma non mi da la stessa soddisfazione finale. Ho l'impressione di non aver dato abbastanza, cosa che con la corsa non mi succede mai anche quando corro solo 8 km comunque sento di aver fatto il mio dovere.

Public30/07/2013 21:02:46

Passione e lavoro..

Spesso sento dire: "la fortuna più grande e fare della tua passione anche il tuo lavoro"; sicuramente è vero, però poi le devi gestire e una non aiuta l'altra in caso di bisogno...
Mi associo a quanto detto da Aviadano. Tieni botta dai...
Un abbraccio.
Daniele Saccani

Public04/08/2013 18:01:32

voglia di fare ciò che ci fa sentire vivi!

corro da molti anni ma passo lunghi periodi di scarsa attività...ma ogni volta che riprendo a correre in poco tempo ritorno alle stelle! in campo fisico e psicologico..ho ricomprato "correre", dopo circa 20 anni, mentre mi trovavo a padova per il concerto di the Wall(roger waters)pink floyd..e rileggendo quella rivista ho ritrovato l'entusiasmo per Correre meglio e lasciarmi andare alla passione, spero di poter partecipare ad un tuo stage, idea Formidabile che non pensavo esistesse!(ingenuo..)buona corsa a tutti. giancarlo

Public04/08/2013 19:03:36

Quel che mi piace

Un pensiero che se possibile aumenta la tua grandezza.Sei veramente uno di noi.Negli anni duemila ho fatto diverse maratone,due delle quali con i tuoi programmi,sempre al limite delle tre ore.In una circostanza scambiammo due parole durante un riscaldamento a Central Park,prima della Maratona. Poi la tendinite,la pubalgia,scarpe sbagliate,un azzardo a Londra senza allenamento e dunque la fine con un progressivo ingrossamento della massa corporea.Non sono mai riuscito a conciliare corsa con bicicletta.Soltanto ora,alle soglie dei 50,ho ritrovato una certa fluidità della corsa.A proposito,che ne pensi del fenomeno Straneo?Mah.Un grande abbraccio e buon lavoro.sergio,livorno.

Public12/08/2013 20:32:23

Quel che mi piace

Valeria, ora che ha risolto i problemi di salute che la condizionavano sul rendimento podistico, sta vivendo un momento intenso della sua carriera podistica. Si trova nella situazione mentale di un "principiante" perchè ritrova sensazioni favorevoli che non ha mai avuto prima, ed un entusiasmo che nessun altro podista ha alla sua età. Credo che possa sfruttare la favorevole situazione ancora per qualche anno anche se si avvicina alla soglia dei 40 anni. E sono convinto che da "master" migliorerà molti record.

Public15/08/2013 09:17:04

non scrivi più nulla?

Public11/09/2013 14:51:33