Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Cosa vedere

Mezza Maratona di Londra - Cosa vedere

VIAGGIARE E CORRERE CON ORLANDO E TERRAMIA




Cosa fare, cosa vedere a Londra

Londra, capitale del Regno Unito, è uno dei maggiori centri commerciali e culturali a livello mondiale. Oggi la città comprende la City e i 33 distretti, anche se la maggior parte delle attrattive sono racchiuse nelle 5 aree adiacenti al Tamigi. Dopo aver ospitato le Olimpiadi due volte (1908 e 1948), nel 2012 Londra è stata la prima città ad ospitare ben tre olimpiadi estive! Inoltre l'investimento per i 2012 Summer Olympic Games, è stato superiore agli 11 miliardi di sterline e ha permesso un rinnovamento totale della città, con piste ciclabili, nuove strutture sportive, aree ricreative e pedonali, la costruzione del più grande parco urbano d’Europa, la resa a verde di 100 ettari di terreno ed il potenziamento di tutte le linee di trasporto.

Il cuore della città

La City of Westminster è il fulcro dominante della vita di Londra grazie anche alla presenza del quartiere finanziario, in cui il contrasto tra i severi edifici vittoriani e i moderni palazzi, dona alla zona un fascino particolare.

La rinascita dell' East End

Nella zona dell’East End, oggi centro dell’innovazione londinese, sorgono il Shakespeare’s Globe, teatro elisabettiano ricostruito e la Tate Modern, ricavata all’interno di una vecchia centrale elettrica. Qui sorge anche il Millenium Bridge, il ponte pedonale progettato nel 2000 per collegare la City, dove si trovano le banche e gli uffici finanziari. Ci sono anche il London Eye, la famosissima ruota panoramica realizzata per festeggiare l’arrivo del nuovo millennio e il City Hall, il globo in vetro e acciaio progettato da Norman Foster, che dal 2002 ospita il Comune. La zona di Brick Lane è dominata dall’Old Truman Brewery, la vecchia fabbrica di birra prima abbandonata e poi recuperata come locale per concerti e mostre contemporanee. A fianco si trova il vecchissimo Spitafield Market, un emporio di alimenti biologici che ospita anche una galleria d’arte. In mezzo spicca la Dry Walk, una via pedonale sulla quale si affacciano negozi di tendenza. Poi a Hoxton Square, la Hoxton Art Gallery è diventata luogo di ritrovo prediletto degli artisti londinesi. Qui le gallerie rimangono aperte fino a tardi, quando le vie si trasformano in un grande evento all’aperto... si passa da un negozio all’altro, da una galleria all’altra! E sempre nell'East End, Renzo Piano con la sovvenzione del governo del Qatar, ha progettato lo Shard of Glass, il grattacielo più alto d'Europa! E dal 1 Febbraio 2013, in 60 secondi con l'ascensore si fanno 244 metri, per raggiungere la terrazza panoramica... e la vista lassù è davvero mozzafiato (i biglietti si possono acquistare anche on line a poco meno di 30 Euro e le visite si fanno dalle 09.00 alle 22.00).

Il fascino dei mercati e dei parchi

Nella parte nord della città troviamo Camden Lock con il suo mercato che si snoda tra i canali che sfociano nel Tamigi e che la sera diventa il centro della movida londinese alternativa. Immancabile anche un salto al mercatino delle pulci di Portobello. Non si può però parlare di Londra, senza citare alcuni dei suoi meravigliosi parchi, giardini botanici e riserve naturali, caratterizzati da prati impeccabilmente curati, laghi e strutture ricreative. Ad esempio, Regent’s Park è il preferito dagli amanti dei fiori in quanto dal 1811 accoglie un bellissimo giardino di rose che vanta ben 400 varietà diverse, Greenwich Park è il più antico parco reale (1433), Hyde Park è famoso per lo Speaker’s Corner dove chiunque può improvvisarsi oratore e dire la sua su qualunque tema, mentre nel romantico quartiere di Holland Park, ha riaperto dopo un lungo restauro, la casa di Frederic Lord Leighton, il grande pittore inglese di fine ‘800. E per una bella gita fuori porta, a 40 minuti di metro da Londra si trovano i Kew Gardens, fra i i più grandi giardini botanici al mondo.

Il tè delle cinque

Pare che a inventare il rito dell’afternoon tea, il té delle cinque, sia stata Anna, la settima duchessa di Bedford. Nell'Ottocento infatti, nei castelli inglesi si cenava alle 21 e per rimediare ai suoi attacchi di fame pomeridiani, la duchessa iniziò a richiedere alla sua assistente personale una merenda tra le 4 e le 5 del pomeriggio. A breve questa tradizione venne estesa anche alle sue amiche, che si perdevano tra chiacchere e gossip.
E oggi sono molti gli hotel che propongono questi rito dalle 15 alle 17, servendo té con un goccio di latte in tazze di raffinata porcellana, accompagnato da tartine salate, focaccine con marmellata, fette di torta, muffin, toast e frittelle. All’hotel The Langham, per esempio, il té delle 5 è una tradizione che risale al 1860 ed oggi offre oltre 30 varietà di té, da assaggiare accompagnati dal tea sommelier! In alternativa, fate un salto al The Savoy, dove il te è servito nel celebre Thames Foyer, con le note del piano in sottofondo. Oppure se siete amanti di Alice nel Paese delle Meraviglie, il Sanderson Hotel è davvero fantastico! Si comincia con “Eat Me” (Mangiami), una tortina a base di fragole e mousse alla crema ispirata alla Regina di Cuori, per continuare con “Drink Me” (Bevimi), gelatine al frutto della passione, panna cotta al cocco e crema esotica.
E per portarvi a casa qualche infusione, andate al Twinings Museum and Shop, al 216 dello Strand. Incentrato sulla storia della famiglia Twinings, presenta vari accessori per la preparazione di un ottimo té, tra cui esemplari unici di antiche confezioni di tè Twinings!


















ORLANDO PIZZOLATO - VIA MURELLO N.87 36014 SANTORSO (VI) TEL. E FAX 0445 641991 - CELL. 340 2203543 anna@orlandopizzolato.com

Si precisa che il pacchetto di viaggio è gestito interamente da Terramia srl, unica ed esclusiva controparte contrattuale del partecipante. Orlando Pizzolato e Winning Program s.a.s. non potranno essere ritenuti in alcun modo responsabili di eventuali inadempimenti contrattuali.

Testi e foto di proprietà o pertinenza di Terramia Club, qui riprodotti in maniera parziale o totale su autorizzazione di Terramia srl



Allegati