Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

giugno 2015

02/07/2015

Open mind

Le recenti ricerche in ambito neurofiosiologico hanno portato a maggiori conoscenze della risposta fisica agli stimoli indotti dall'allenamento, e di conseguenza si sono evoluti ed ottimizzati i metodi di allenamento. Per esempio, si era convinti che le fibre muscolari rosse, abili ad utilizzare l'ossigeno, non potessero intervenire nel meccanismo anaerobico. E si è sempre creduto che le fibre muscolari bianche non avessero incidenza nella produzione di energia del meccanismo aerobico. La neurofisiologia ha evidenziato invece che specifici stimoli allenanti determinano una trasformazione, anche superiore al 10%, di queste fibre specializzate.
Altre ricerche, in ambito biochimico, hanno rilevato la presenza di messaggeri chimici che si attivano dopo specifici stimoli allenanti, e che sollecitano il cervello ad attivare una reazione ormonale. Assumere specifici integratori nella fase in cui sono attivi questi messaggeri inibisce, fino ad annullare, la reazione fisiologica ricercata riducendo così l'effetto dell'allenamento svolto.
Queste nuove conoscenze portano ad annullare tanti luoghi comuni che i podisti hanno sviluppato leggendo informazioni superficiali, e radicando nozioni ed atteggiamenti che limitano le conoscenze e la possibilità di progredire.
Ci sono partecipanti agli ultimi stage che mi confermano di tornare a casa con la testa piena di stimolanti pensieri.



Allegati

Commenti