Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Tecnica

04/02/2016

Alzare le ginocchia

Ciao a tutti,
mi accorgo che quando corro tendo a non alzare molto le ginocchia, confrontandomi con altri "atleti" del mio livello. Alzando il ginocchio durante la falcata mi sembra faccia guadagnare centimetri ... Quanto può essere utile cercare di modificare lo stile di corsa alzando il ginocchio per gare da 10 km, mezza maratona e maratona?
Quali esercizi si possono fare?

Grazie tutti coloro che vorranno rispondere!
Hub



Allegati

Commenti

rivista correre

Ti consiglio di leggere l´articolo di Orlando di questo mese (rivista correre). Orlando parla di balzi, saltelli ...
É eccellente.

pablo04/02/2016 20:31:19

ALZARE LE GINOCCHIA

Secondo me tutti gli esercizi preatletici sono ottimi per dare elasticità e flessibilità al piede, ma durante una gara alzare troppo le ginocchia mi sembra controproducente in quanto tenderesti a spostare il tuo corpo verso l'alto anziché in avanti, col risultato che consumeresti più energia a parità di velocità.... anche tutte le dinamiche di corsa di nuova generazione che i vari GPS offrono ti dicono di correre tenendo i piedi il più vicino possibile al terreno.

Tiziano05/02/2016 00:27:43

Alzare le ginocchia

Il nostro modo di correre è la naturale risultante del coinvolgimento del sistema neuro muscolare. Più efficiente è la capacità di questo sistema a reclutare unità motorie, maggiore è l'efficienza di corsa, e con efficienza mi riferisco alla capacità di produrre lavoro (nel nostro caso ritmo di corsa) usando minime energie/ossigeno.
Molti podisti non attribuiscono la giusta importanza a questo sistema che determina il nostro modo di muoverci e corrono con un gesto tecnico scadente, privo di efficacia.
E' invece fondamentale curare "la tecnica di corsa" per ottimizzare il proprio potenziale, e quindi le prestazioni cronometriche.
Non è affatto sufficiente pensare di correre facendo specifici movimenti (per esempio alzare le ginocchia) perché il sistema neuro muscolare impari a fare bene questo movimento e consenta di ripeterlo migliaia di volte, fino alla comparsa della fatica.
Per agire in maniera efficace è necessario svolgere esercitazioni neuro muscolari specifiche, e far si che siano inserite regolarmente nella preparazione; in pratica deve diventare una routine (una volta la settimana), com'è per esempio fare stretching.
Gli esercizi più semplici ed efficaci sono:
estensioni sugli avampiedi (sollevarsi sulle punte dei piedi), sia rapide, ma con ritorno lento, che lente,
-piegamenti completi (squat) sulle gambe,
-piegamenti su di una sola gamba,
-andatura con affondi (avanzare a passi ampi)
-piegamenti laterali,
-salire su di un gradino alto 30-40 centimetri.

Puoi anche fare delle andature speciali, per migliorare la forza elastica:
-corsa a ginocchia alte (skip),
-corsa calciata
-balzelli su una gamba sola,
-saltelli in avanzamento (di 30-50 centimetri) a piedi pari e con ginocchia bloccate
-balzi a “rana”,
-saltelli con la corda.

orlando06/02/2016 08:04:07