Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Allenamento e tabelle

03/03/2016

Ripetute

ciao a tutti, vorrei sapere se nelle ripetute e' meglio fare un recupero correndo piano e cercando di fare la ripetuta più veloce o viceversa. Se il mio passo medio su un 10000 e' di 3.52m/km e' meglio fare le ripetute a 3.40 e recuperare in souplesse 3 minuti e 30 oppure fare la ripetuta in 3.47 e recuperare facendo un km a 4.20 cioè 1km forte e uno più piano?Vorrei anche sapere se la stessa cosa vale per le RB e le RL e come fare il recupero grazie

Run71



Allegati

Commenti

Ripetute

Io cerco sempre di non forzare troppo durante le ripetute e recuperare il piu' vicino possibile al ritmo della ripetuta per lo meno sulle ripetute oltre I 3k. Su quelle brevi, invece, forzo durante la ripetuta e I recuperi sono in souplasse, ma vedo che con gli allenamenti anche qui il gap si assottiglia. Mi piace pensare che sia la tua condizione fisica a dettare il recupero, ma non ne ho la certezza!

Luciano Caffa04/03/2016 13:10:52

Io cerco di fare la ripetuta al giusto passo è il recupero lo faccio all'inizio camminando e aumentando la parte centrale e finale in modo da non ripartire a freddo. In base al tempo di una 10k -5 sec.

Matteo04/03/2016 13:38:47

Dipende la tipo di ripetuta, quelle massimali sui 200-300-400 di solito prevedono un recupero totale, quelle un po' più lunghe, visto che il ritmo è più vicino alla tua velocità sui 10 km, potrebbero anche non necessariamente essere recuperate completamente. Nel qual caso poi, se imposti un lavoro alternando ad es. 1 Km veloce / 1 Km al medio etc. parlerei più di fartlek, e cioè un tipo di ritmo alternato che aiuta ad allenare certe caratteristiche, non essendoci mai un recupero completo.

PIERO04/03/2016 13:50:51

Se le ripetute sono in preparazione di distanze in cui la componente anaerobica è sensibile (fino ai 5000) è preferibile il recupero da fermo (non si deve andare oltre i 3′ per le distanze più lunghe) in modo da abituarsi a correre con livelli di acido lattico elevati (non ottimizzandone lo smaltimento che è più elevato se ci si muove nei recuperi); nelle ripetute in preparazione di distanze più lunghe il recupero deve essere di corsa (preferibilmente non più lento del ritmo della CL)... trovo il recupero in souplesse abbastanza inutile: correre la ripetuta 5'' più lenta e recuperare più veloce lo trovo più stimolante.

Fabio04/03/2016 14:49:43

Ripetute

Io penso che il recupero debba essere una parte attiva dell'allenamento, che ha tanta importanza quanto lo sforzo della ripetuta stessa. Io attribuisco anche una grande importanza all'aspetto mentale; senso che se devo fare il recupero camminando è perché ho tirato troppo prima.

Anonimo04/03/2016 16:33:12

ripetute

Il recupero tra le ripetute varia a seconda della tua condizione fisica. L'ideale sarebbe effettuate la ripetuta sui 1000 mt, 5 secondi più veloce della tua media a km su una gara di 10 km . Il recupero dovrebbe durare la metà della ripetuta e l'intensità arrivare a livello di corsa media nel caso la tua efficienza sia molto elevata. Altrimenti recuperi con la corsa lenta

michele belardinelli05/03/2016 11:06:51

Ripetute e recupero

Una seduta di ripetute può determinare all'incirca gli stessi effetti fisiologici variando gli elementi che la compongono.
Per esempio, va certamente bene correre (come nel tuo caso) correre le prove a 3'40" con recupero lungo (3'30" ) sebbene in questo caso la componenti lattacida è più elevata (e quindi dovresti correre solo 6-7 prove). Ma sarebbe meglio non correre tanto più velocemente rispetto al ritmo gara: per esempio, corri appunto a 3'47" ma con recupero massimo di 2' (sempre in souplesse). Oppure, ed è ancora meglio se corri 4-5 prove da 2km a 3'50/52" con recupero di 3'30/4'. O anche alternare 1km a 3'50" a 1km a 4'10".
Anche se si varia la struttura della seduta, l'effetto allenante è molto simile: si enfatizza la potenza aerobica con un adeguamento anche della corsa in zona lattacida.

orlando07/03/2016 08:46:09