06/06/2005

[Domande & Risposte] Allenarsi con il caldo: Allenamento e velocità per gare brevi

Quanto influisce il clima nella preparazione di una maratona?

Il caldo, specialmente se associato ad un elevato tasso di umidità, limita fortemente il rendimento fisico. Durante lo sforzo fisico gran parte del sangue è impiegato per rifornire di ossigeno ed elementi nutritivi le fibre muscolari, ed allontanare i cataboliti prodotti dallo sforzo, oltre che eliminare il calore. Quest’ultimo processo diventa ancora più importante quando le condizioni climatiche sono difficili per l’alta temperatura dell’aria e l’elevato tasso di umidità. In questo caso gran parte del sangue è dirottato verso gli strati superficiali della pelle proprio allo scopo di eliminare il calore prodotto dal corpo con l’esercizio fisico. Questa sottrazione di sangue ai muscoli causa una minore disponibilità di ossigeno ed elementi energetici, e quindi un forzato calo di rendimento.

Tieni quindi in considerazione il fatto che durante gli allenamenti estivi i ritmi di corsa potranno essere più lenti del solito, e aumenteranno le difficoltà a recuperare bene uno sforzo (sia tra le prove ripetute di una seduta intervallata, sia tra i vari allenamenti). In pratica farai più fatica del solito ed avviserai disagio anche correndo a ritmi più lenti del tuo standard di rendimento.

Orlando Pizzolato

Elenco documenti

15/05/2002

Il Metodo Galloway

01/12/2003

Il riscaldamento

03/05/2007

Iniziare a correre

19/02/2009

L'anello debole