Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Tecnica

04/01/2019

Tendinopatia inserzionale achillea destra

Cari runners, da alcuni mesi soffro per una tendinopatia inserzionale al tendine d'Achille che prima ha limitato e poi fatto sospendere la mia preparazione atletica (maratona, mezza maratona). Ho fatto RX, RMN: non vi sono calcificazioni, speroni, ma un po' di edema nel triangolo di Kager e nelle articolazioni tibio- astragalo-calcaneale. Sospetto che il problema sia prevalentemente di origine posturale per cui vi chiedo se conoscete un buon Centro di posturologia nella zona di Vicenza o Padova. Vi ringrazio e vi auguro Buone Feste
Andrea



Allegati

Commenti

Padova

ciao, io sono andato dal dott. Urzi a Padova e mi sono trovato bene

Giuseppe04/01/2019 14:06:13

ti ringrazio Giuseppe, buone corse

andrea21/01/2019 18:17:36

Tendinopatia inserzionale

Io penso che possa trattarsi di un'alterazione della meccanica di corsa dipendente dall'appoggio del piede. Fai certamente bene a fare un controllo posturale, per verificare le alterazioni delle catene muscolari, ma proprio perché si tratta di "catene", quasi sempre (80%) l'anello debole è la stabilità dei piedi in fase di carico.
Puoi dapprima procedere controllando l'appoggio del piede e verificarlo dallo stato di tenuta/usura delle scarpe.
Procedi inoltre facendo buon lavoro di stabilità di carico dei piedi con specifici esercizi a piedi scalzi.
Nel frattempo evita di fare stretching per il muscolo del polpaccio ed inoltre corri inserendo un rialzo di 5 mm circa, sotto le solette delle scarpe a livello del tallone. Il rialzo deve essere rigido, stabile e non morbido. Il sughero è il materiale ideale. Evita invece le solette in silicone perché determinano instabilità in fase di contatto del piede con l'asfalto.
Applica sempre il ghiaccio, anche quando non corri.

orlando22/01/2019 08:31:39

Sono lievemente pronatore a dx ma il consumo delle scarpe è sostanzialmente omogeneo nella zona dell'avampiede. Attualmente il mio FKT sta lavorando sull'allungamento della catena posteriore con l'aggiunta di esercizi eccentrici per il polpaccio. Gli chiederò che mi insegni degli esercizi per la stabilità del piede in faso di carico. Ti ringrazio molto Orlando per i tuoi preziosi consigli.

andrea22/01/2019 17:57:49

mia esperienza

io ho scelto di mettere i plantari e dopo 3 anni posso dire di aver in parte risolto, ghiaccio e caldo alternati fanno il resto, esercizi isometrici ai polpacci mi aiutano. quando ho vistoil primo filmato con Orlando si nota la mia marcatapronazione ciao

DANSAN27/02/2019 10:13:11

risposta a Dansan

La mia perplessità riguarda proprio l'uso dei plantari i cui pareri sono controversi. Grazie Dansan per la tua esperienza e per tuoi consigli.

andrea27/02/2019 17:36:44


Adeguamento normativa sulla privacy

Info privacy *
Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) Ex D.Lgs. 196/2003 acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità previste per legge
Leggi l'informativa privacy