Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Blog

26/10/2018

Venezia: maratona sotto la pioggia?

Sembra proprio che domenica pioverà durante la maratona a Venezia, ma non solo: è previsto anche vento, e purtroppo contrario al senso di direzione dei corridori.
Si prospetta quindi una situazione ambientale sfavorevole, che avrà un'incidenza negativa sul rendimento.
Come primo accorgimento, sarà necessario adeguare il ritmo di corsa per evitare che il maggior impegno fisico che si mette in atto per contrastare gli eventi climatici risulti molto dispendioso e determini un precoce esaurimento energetico. Quindi, per non trovarsi precocemente a corto di energie, consiglio di rallentare il ritmo di corsa rispetto ad un ideale valore teorico di almeno 5”/km. Ciò porta ad un peggioramento del tempo totale di circa 3'30”.
Gli effetti negativi della pioggia agiscono essenzialmente a livello dell'azione di corsa. L'acqua che bagna le gambe può portare ad un irrigidimento dei muscoli per effetto dell'abbassamento della temperatura. Il raffreddamento muscolare può causare maggiore rigidità nei movimenti, e quindi aumento del costo energetico. I più vulnerabili all'effetto termico sono i muscoli posteriori delle cosce. Anche i quadricipiti e i muscoli dei polpacci possono andare incontro a problemi di efficienza ed evidenziare rigidità che sfociano in crampi da tensione più che fa sforzo.
Per ridurre il raffreddamento da contatto, suggerisco di spalmare su tutte le gambe un leggerissimo strato di pomata per massaggi sportivi, che funziona da idrorepellente.
Se non si riesce a trovare questa pomata specifica (la usano molto i ciclisti), si può spalmare un leggero strato di vaselina.
Riguardo l’abbigliamento, conviene correre senza dubbio a gambe scoperte, al limite con i “ciclisti” ma non lunghi fino al ginocchio perché, una volta che il tessuto è impregnato d'acqua, agisce come elemento di continuo raffreddamento sui muscoli delle cosce.
Per la parte superiore del corpo, va bene correre con le maniche corte e per evitare che l’umidità crei problemi di stomaco, si può indossare anche una canottiera a pelle, meglio se sotto la maglietta.
Se la pioggia è battente, conviene indossare i giacchettini impermeabili senza maniche, meglio se traforati sul dorso; con questo capo di abbigliamento si protegge lo stomaco e la pancia da eventuali raffreddamenti per l’aria umida ed il vento contrario, e allo stesso tempo si può eliminare il calore prodotto sotto sforzo attraverso la parte posteriore traforata.
In caso di vento teso contrario conviene, per quanto possibile, correre alle spalle di altri podisti in modo da sfruttare l'effetto barriera.
Non so come sarà correre sui ponti bagnati. Ho l'esperienza solo come ciclista, quando seguivo la corsa come telecronista, e in un'occasione sono scivolato a terra. L'impressione di scivolare è molto forte ed in questo caso c'è la tendenza a procedere con passi corti e con appoggio piatto. In questo caso, non si potrà ovviamente spingere e quindi l'andatura sarà ridotta.

Relativamente ai ristori, non ci sarà la necessità di integrare l'acqua come in una maratona asciutta, e basterà solo qualche sorso ogni tanto. Potrebbe invece essere necessario ricorrere ad una maggiore integrazione energetica perché, a causa della ridotta temperatura dell'aria - condizionata anche dall'effetto di abbassamento termico del vento contrario - sarà più dispendioso mantenere la temperatura corporea (percepire freddo alle mani è il segnale della dispersione di calore corporeo). In questi casi si può aumentare leggermente la quanità di integratori energetici, ma non conviene superare i 40 grammi l'ora.

Conviene prepararsi a correre con il peggio così non si arriva impreparati, ma speriamo che invece la giornata sia meno sfavorevole rispetto a quanto previsto.

Orlando



Allegati

Commenti

Adeguamento normativa sulla privacy

Info privacy *
Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) Ex D.Lgs. 196/2003 acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità previste per legge
Leggi l'informativa privacy
 
Consenso newsletter *
Richiedo di volermi iscrivere alla Newsletter periodica e di aver letto e compreso la normativa sul trattamento dei dati personali No, non sono interessato alla ricezione della newsletter
Leggi l'informativa privacy