Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

marzo 2018

24/03/2018

Scontro fra titani

Fra poche ore a Valencia si corre il campionato del mondo di mezza maratona.
Ancora prima dell'esito agonistico della prova, la manifestazione ha già avuto un grande successo organizzativo, anche per il contesto molto suggestivo del percorso: la partenza e l'arrivo sono presso la Città delle Arti e delle Scienze.
Tecnicamente sarà una gara di alto livello per la presenza di un campo partenti molto qualificato.
In campo maschile i pronostici sono tutti per il kenyano Kamworor che ha già vinto le due precedenti edizioni (in 59'08 e 59'10”). Le probabilità di vincere ancora sono molto alte, ma c'è sempre il fattore dell'imprevidibilità fisiologica. I suoi rivali vengono dall'Africa, primo fra tutti l'etiope Jemal Ymer (59'00” e miglior tempo del 2018).
Oltre al titolo di campione del mondo, Kamworor vorrebbe fare meglio del primato del mondo (58'23”) dell'eritreo Tadesse, che ha vinto 5 titoli mondiali di mezza maratona. Per fare il primato si deve correre a 2'46”06 al chilometro (!)
Per correre in meno di un'ora è necessario correre a 2'50”6 al chilometro e potrebbero essere una decina i corridori in grado di farlo; tra questi potrebbe esserci lo svizzero Wanders (60'09” di primato) che vorrebbe andare a podio e fare il record europeo, 59'32” di Farah.
Gli italiani in gara sono Eyob Faniel Ghebrehiwet (62'49” di primato) e Lorenzo Dini (64'19”). Obiettivo comune è migliorare il primato: per il primo avvicinare i 62' e il secondo scendere a 63'.
Interessante sarà anche la prova di Bernard Lagat, che a 43 anni ha corso la mezza maratona in 62'. Il suo obiettivo potrebbe essere il primato mondiale master: 61'09” di Haile Gebreslassie.
Lagat detiene già quello dei 5.000m (13'06”) e dei 10.000 (27'49”35).

Anche la gara femminile è molto qualificata, ed anche in questo caso si può pensare che il record del mondo sia alla portata della vincitrice. Il record di 64'51” (3'04”4 al chilometro) di Joyceline Kosgei, in gara con il numero 2, è stato fatto proprio a Valencia lo scorso ottobre.
Per l'Italia sono in gara Giovanna Epis (1'13'02”) e Sara Brogiato (1h14'48”).

Orlando



Allegati

Commenti

Adeguamento normativa sulla privacy

Info privacy *
Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) Ex D.Lgs. 196/2003 acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità previste per legge
Leggi l'informativa privacy
 
Consenso newsletter *
Richiedo di volermi iscrivere alla Newsletter periodica e di aver letto e compreso la normativa sul trattamento dei dati personali No, non sono interessato alla ricezione della newsletter
Leggi l'informativa privacy