Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Blog

27/02/2020

Trials USA di Maratona

In questo ultimo week end di febbraio negli Stati Uniti, e precisamente ad Atlanta, si svolgeranno i trials di maratona, la selezione per la squadra maschile e femminile che parteciperà alle Olimpiadi giapponesi.
Questa manifestazione suscita un grande interesse nel mondo podistico americano. Da parte dei maratoneti “professionisti” (e la maggior parte di loro però non lo è) c'è grande ambizione nel partecipare a questa prova perché dà molto prestigio; quest'anno il campo partenti, rispetto alle precedenti edizioni, è molto ampio. Hanno ottenuto il diritto a parteciparvi 260 uomini e 511 donne, ed ogni partecipante è completamente spesato dagli organizzatori: 2h19' era il minimo per i maschi e 2h45' per le donne.
Di queste centinaia di maratoneti solo una decina, sia in campo maschile sia femminile, ha concrete possibilità di far parte della squadra, ma piazzarsi bene in classifica e/o ottenere una buona prestazione cronometrica ha una valenza rilevante perché apre la strada agli ingaggi di contratti con sponsor e la partecipazione a gare nazionali (con ingaggio).
Correre forte è quindi un “must”, e tra i partecipanti c'è e c'è stata una forte diatriba, soprattutto fino a qualche settimana fa, quando la Federazione mondiale di atletica leggera doveva decidere se ammettere le scarpe veloci di “Kipchoge”.
Il vantaggio delle scarpe della Nike è tangibile, e i corridori che non le possono indossare, perché hanno contratti con aziende che non sono ancora riuscite ad approntare un modello di scarpe altrettanto efficace come la concorrenza, si sentono svantaggiati.
E lo saranno ancora di più perché nei prossimi giorni sarà possibile usare il modello Alphaflys, accreditato di un vantaggio del 4% sul costo energetico della corsa rispetto alla Vaporfly Next.
Ci sono maratoneti “sotto contratto” con aziende che non hanno scarpe all'avanguardia, che chiedono al proprio sponsor la deroga di gareggiare nel week end con questo modello di scarpe.
Nike è presente alla manifestazione con piena disponibilità di modelli Alphaflys e Vaporfly Next da regalare ad ogni maratoneta che ne farà richiesta.
E' quindi praticamente scontato che a vincere sarà un corridore che indosserà Nike. Sarebbe però una beffa enorme se a vincere, o a qualificarsi fosse un corridore con scarpe “normali” e qualche probabilità c'è sia in campo maschile (Ward con Saucony) e femminile (Huddle con Saucony, Hall con Asics e Linden con Brooks).

orlando



Allegati

Commenti

"il modello Alphaflys, accreditato di un vantaggio del 8% sul costo energetico della corsa rispetto alla Vaporfly Next." - spero ci sia un errore in questa frase.. Vorrebbe dire +13% rispetto una scarpa tradizionale..

Gabriele27/02/2020 14:48:40

correzione

Grazie Gabriele,
hai ragione e ho fatto la correzione

orlando27/02/2020 15:02:51

Adeguamento normativa sulla privacy

Info privacy *
Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) Ex D.Lgs. 196/2003 acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità previste per legge
Leggi l'informativa privacy