Running Service - Allenamento, tabelle e corsa - Winning Program S.a.S.

Per tutti quelli che amano correre

Tutta l'esperienza e la passione di una vita di corsa.
Io apro le strade che gli altri percorrono

Blog

23/01/2019

Convegno tecnico a Villa Lagarina

Sabato scorso ho partecipato a un convegno tecnico, organizzato in occasione del Cross di Villa Lagarina, nel quale Antonio La Torre ha parlato dell'HIIT, acronimo di interval training di alta intensità.

L'incontro è stato molto interessante, dapprima per l'appassionante presentazione relativa all'evoluzione che nel tempo ha avuto l'Interval Training (IT), e a seguire sugli effetti e l'organizzazione di sedute di HIIT.
Nelle trattazioni riportate ho ritrovato numerose affinità con l'allenamento che ho svolto anch'io negli anni '80, specialmente quando sono stato allenato da Antonio Ambu, il quale si rifaceva al metodo in auge allora, quello del Marathon Training del neozelandese Arthur Lydiard.
E' noto che tutti gli atleti di alto livello hanno fatto ricorso alla metodologia di allenamento dell'IT per ottimizzare le prestazioni, da Zatopek a Kipchoge, da Bekele a Gebrselassie, da Farah fino ai componenti della famiglia Ingebrigtsen.
Si tratta di un modalità di allenamento che enfatizza il potenziale di un atleta. Molti sono convinti che IT sia un allenamento specifico per migliorare la velocità, mentre il metodo classico rappresenta piuttosto un efficace stimolo per allenare le componenti del recupero.

Ora, con l'evoluzione dell'IT all'HIIT, si punta ad una stimolazione fisica ancora più intensa, che ha effetti fisici molto specifici sotto vari aspetti della sollecitazione fisiologica – anche se tutto sommato non nettamente differenti rispetto al classico IT – e quindi degli adattamenti.
Essendo un metodo di allenamento molto impegnativo a livello fisico, ha rilevanti ripercussioni anche sul piano mentale, ed è propedeutico per affrontare e gestire elevati livelli di fatica, come avviene per le gare ad alto contenuto agonistico.

L'HITT è un metodo di allenamento efficace più per corridori di alto livello di rendimento che non per gli amatori, ai quali è sufficiente svolgere ancora buone sedute di IT classico per arrivare ad un efficace livello di sollecitazione fisiologica e mentale.

Dal convegno di Villa Lagarina sono tornato a casa con ulteriori stimoli per sperimentare moduli di allenamento sempre più diversificati, anche se c'è sempre la necessità di metabolizzare le informazioni per renderle produttive per i singoli atleti.

orlando



Allegati

Commenti

Adeguamento normativa sulla privacy

Info privacy *
Ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) Ex D.Lgs. 196/2003 acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo le modalità previste per legge
Leggi l'informativa privacy
 
Consenso newsletter *
Richiedo di volermi iscrivere alla Newsletter periodica e di aver letto e compreso la normativa sul trattamento dei dati personali No, non sono interessato alla ricezione della newsletter
Leggi l'informativa privacy